Attacchi di panico da quasi due anni

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » mar dic 03, 2019 9:39 pm

sembra sensato.
Tieni tutto uguale per un paio di mesi e poi continua a ridurre molto lentamente (come ti avevamo spiegato). Concediti anche un paio di ulteriori anni di tempo per togliere tutti i farmaci. Meglio toglierli piano e non incorrere in ricadute.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » mer dic 04, 2019 3:57 pm

Grazie per la rapida risposta. Ovviamente dovrò sia scalare l'olanzapina che il citalopram nei prossimi due anni. Che cosa consigliate di scalare per prima?
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » mer dic 04, 2019 11:09 pm

Scala il Citalopram per prima (è bene che ti stabilizzi ad un dosaggio piu' basso... idealmente 10 mg).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » lun feb 17, 2020 2:19 pm

Buongiorno, premetto che ho rinnovato la quota socio oro per altri 8 mesi.
Volevo chiedervi quanto segue: ad oggi come da miei messaggi precedenti sono a 40mg di citalopram (2 compresse da 20 mg) mi avevate detto di restare ferma per alcuni mesi e così ho fatto. I primi giorni di marzo avrò il controllo dal mio psichiatra e volevo proporgli di ridurre la dose da 40mg a 30mg. Su questo sito internet ho trovato le equivalenze tra gocce e compresse e sembrerebbe ma non so se sia vero che le compresse siano meno biodisponibili
https://www.codifa.it/farmaci/c/citalop ... ssivi-ssri
Ovvero si dice che 40mg di compresse corrispondono a 32mg di gocce ovvero a 16 gocce e non a 20 gocce come mi aveva detto il medico.
Non so a chi credere perché pensavo di proporre al mio psichiatra se sarà d'accordo di passare da 40mg a 30mg scalandolo con le gocce fino ad arrivare a 1 compressa e mezza e poi fermarmi per altri mesi come mi avete suggerito fino ad arrivare a una dose di mantenimento di 10mg ma questo in molti mesi.
Potete per favore dirmi che ne pensate?
Per il resto ho mantenuto una compressa di olanzapina da 2,5mg la sera e 1/2 compressa di rivotril da 0,50 la mattina che non riesco a togliere per ora: 1 giorno mi son dimenticata di prendere il rivotril la mattina e sono stata nervosa tutto il giorno. Per dormire sempre Halcion 1 compressa da 0,125mg.
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » mar feb 18, 2020 8:08 pm

E' giusto il sito.
Quando si passa dalle pastiglie alle gocce occorre sempre fare la corrispondenza che e' spiegata nel sito (e probabilmente anche nel foglietto illustrativo). Poi puo' dipendere dal formato (per questo è bene leggere bene anche il foglietto illustrativo).
L'Halcion potresti anche incominciare a ridurlo con molta gradualità (utilizzando la soluzione liquida):
https://www.my-personaltrainer.it/Fogli ... ongar.html
Da quanto tempo lo stai prendendo ? A che dosaggio ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » mar feb 18, 2020 9:47 pm

Grazie per la risposta. Halcion lo prendo da ottobre la compressa piu leggera da 0,125. Prima usavo il Talofen per dormire ma poi me lo hanno cambiato perché le gocce contengono alcol. Oltre ai problemi di panico che sono sorti a settembre 2017 ho sempre avuto problemi di insonnia curata nel tempo con vari farmaci. Purtroppo è ereditaria e non riesco a dormire senza. Visto che mi avete confermato che le gocce di citalopram sono più biodisponibili delle compresse come faccio a passare da due compresse da 20mg di citalopram, la dose attuale, a 1 compressa e mezza, pensavo di proporre questa riduzione al mio psichiatra al prossimo controllo che sarà il 6 marzo. Voi mi avete consigliato di ridurre molto gradualmente e io pensavo di iniziare con 1 compressa e mezza + 4 gocce per arrivare a togliere tutte le gocce con gradualità e restare con 1 compressa e mezza e poi restare ferma per un po' di mesi per poi ripetere lo scalaggio se va tutto bene e arrivare a 1 compressa da 20 mg. La combinazione tra gocce e compresse mi è necessaria perché le compresse sono divisibile solo per due.
Fatemi sapere che ne pensate.
Grazie
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » gio feb 20, 2020 11:18 am

Come hai variato il dosaggio di Citalopram nel tempo ?
Quando hai iniziato per la prima volta ad assumere SSRI ? A che dosaggio ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » gio feb 20, 2020 11:40 am

ho iniziato ad usare il citalopram a giugno 2018 aumentandolo piano fino a 12 gocce poiché dopo un mese e 1/2 non stavo bene per niente bene e la psichiatra che mi aveva in cura si sarebbe assentata per tre mesi di ferie ho cambiato psichiatra e da agosto sempre graduamente ho iniziato ad assumere 30 gocce di citalopram pari a 60mg. Tenuto fermo fino a giugno 2019 dove sono passata da 30 gocce a 25 gocce. Tenuto fermo fino al mio ricovero per dipendenza da alcol dove mi hanno sostituito le gocce con 2 compresse da 20 mg che ho tenuto ferme fino ad oggi. Volevo proporre al mio psichiatra con il quale avrò il controllo il 6 marzo di ridurre un altro pochino per passare da 2 compresse da 20mg a 1 compressa e 1/2. restare ferma per altri due tre mesi e poi passare da 1 compressa e 1/2 a 1 compressa, sempre se starò bene. Solo che per fare la riduzione ho anche bisogno delle gocce in quanto non credo sia opportuno passare direttamente da 2 compresse da 20 mg a 1 compressa e 1/2.
Che ne pensate?
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » mar mar 24, 2020 12:07 pm

Buongiorno, il mio psichiatra è stato d'accordo nel ridurre un po' il citalopram e di passare da 2 cmpresse da 20mg a 1 e mezza. Per la riduzione sto usando le gocce e la prossima settimana comincio con 1 compressa e mezza per totli 30mg. Per ora non ho avuto problemi. Pensavo di stare ferma a 30 mg per due mesi e poi ridurre a 20 mg se lui sarà d'accordo. Gli altri farmaci per ora sono a dosaggio abituale: 1 compresa di olanzapina da 2,5 mg la sera e mezza compressa di rivotril da 0,50 la mattina.Che ne pensate? Grazie per il supporto
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » mar mar 24, 2020 2:35 pm

Si. Va bene. Il Citalopram lo stai prendendo da relativamente poco tempo, quindi puo' essere corretto.
Tieni presente pero' che la velocità di riduzione deve diminuire al calare del dosaggio.
Per esempio, puoi seguire la nostra scaletta:
http://www.ansiafarmaci.it/citalopram.html
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » mar mar 24, 2020 2:35 pm

da quanto tempo stai prendendo gli altri due farmaci ? come hai variato il dosaggio ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » gio mar 26, 2020 12:09 pm

L'olanzapina la sto prendendo da ormai due anni e mezzo, prima prendevo due compresse al giorno e poi da giugno 2019 ad agosto 2019 l'ho scalata fino a portarla a 1 compressa. Il rivotril mi è stato dato ad agosto 2019 al posto del diazepam, da agosto 2019 ad ottobre 2019 ne prendevo 1/2 compressa da 0,50 la mattina e 1/2 compressa il pomeriggio. Ho scalato 1/2 compressa nel mese di ottobre 2019. Avevo provato a togliere anche la mezza compressa che stavo prendendo ma non ci sono riuscita in quanto dopo due giorni che non la prendevo mi sentivo molto ansiosa.
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda margie » gio mar 26, 2020 12:14 pm

L'olanzapina la prendo da più di due anni. fino a giugno 2019 prendevo due compresse da 2,5 mg, 1 alla mattina e 1 alla sera. Da giugno 2019 ad agosto 2019 ho scalato di 1 compressa passando per mezza e adesso ne prendo solo 1 compressa la sera. Il rivotril mi è stato prescritto ad agosto 2019 al posto del diazepam. Da agosto 2019 a ottobre 2019 ne prendevo mezza compressa al mattino da 0,50 mg e mezza compressa il pomeriggio, poi a ottobre 2019 ho scaato di mezza compressa e da lì ne prendo solo mezza la mattina. Ho provato a scalare la mezza che prendo ma non ci sono riuscita in quanto dopo due giorni mi sentivo molto ansiosa.
margie
 
Messaggi: 35
Iscritto il: mar nov 21, 2017 11:54 am
Località: ROMA

Re: Attacchi di panico da quasi due anni

Messaggioda admin » gio mar 26, 2020 1:45 pm

Per ora l'olanzapina è meglio che la tieni.
Puoi invece incominciare a ridurre molto gradualmente la mezza pastiglia di Clonazepam.
Il Clonazepam è un po macchinoso da ridurre, in quanto è molto concentrato.

Esistono diversi modi per farlo:
- mezza pastiglia corrisponde a 2,5 gocce di Clonazepam liquido. 1 goccia di Clonazepam corrisponde a 5 gocce di DeLorazepam
Potresti passare da mezza pastiglia a 2 gocce di Clonazepam e vedere se riesci a stabilizzarti a quel dosaggio.
Sucessivamente, dopo circa 2 mesi, potresti provare a prendere 1 goccia di Clonazepam + 4 gocce di Delorazepam (per poi scalare 1 goccia di DeLorazepam ogni 2 settimane).

- alternativamente puoi provare ad utilizzare una siringa da 0.5 ml senza ago (con 50 tacche). Una goccia di Clonazepam corrisponde a 4 tacche di tale siringa. Puoi scalare quindi una tacca ogni 21 giorni.

- il Clonazepam, se mischiato bene con l'acqua in un bicchiere si puo' anche diluire... e poi dosare con una siringa piu' grande

- la pastiglia di Clonazepam si puo' pesare con una bilancia di precisione, che consente di pesare anche i frammenti della pastiglia se uno volesse provare a spezzarla e a ridurla in questo modo.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3303
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Precedente

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti