Problemi scalaggio Daparox

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda IgnazioF » mer gen 11, 2023 5:29 pm

Salve a tutti.
Scrivo per un aiuto/consiglio in merito alla mia situazione. Ho 30 anni peso 68kg ed è da febbraio 2013 che assumo paroxetina, in particolare daparox. Nel febbraio 2013 al mio primo anno di università vengo portato al pronto soccorso per un attacco di panico, li mi viene prescritto alprazolam e paroxetina 20mg. Verso aprile/maggio in quanto non ero seguito da nessuno e iniziavo a sentirmi meglio riduco la dose a 10mg, per poi eliminarlo di botto a giugno, con conseguente sindrome da sospensione, cosi a luglio di quell'anno contatto il mio attuale psichiatra.
2013: luglio 10mg daparox en 10gocce; agosto daparox 10mg scalaggio 5gocce en una a settimana; novembre 10mg daparox en sospensione 1goccia a settimana; dicembre scalaggio daparox 5mg 1goccia a settimana
2014: gennaio su mia proposta anziché seguire il consiglio dello psichiatra di mantenere tale dosaggio di 3/4 mesi lo convinco a sospendere tutto, sempre 1 goccia a settimana; a maggio ho una ricaduta in quanto una sera fumo erba con degli amici, da li ho avuto forte ansia ed insonnia, proseguo fino a dicembre con questo malessere poi ritorno dallo psichiatra che mi prescrive daparox 10mg più en 12gocce, nonostante tutto l'insonnia non va via e ad aprile 2015 lo psichiatra mi alza il dosaggio a 20mg. A luglio 2015 mi riduce l'en a 6gocce ed il daparox a 15mg, poi sospensione en.
2016: gennaio scalaggio daparox da 15 a 10mg, mi ritorna l'insonnia quindi a maggio: 10 mg daparox e 10 di en, a causa dello stress degli esami a settembre mi aumenta il daparox a 20mg.
2017: inizio a stare bene e un po alla volta in autonomia riduco l'en ed il daparox (gli scalaggi glio ho fatti a 3-4gocce), ad ottobre mi laureo ed inizio la specialistica.
2018: febbraio arrivo a 7mg di daparox, ma ritorna il l'ansia e l'insonnia, ritorno dallo psichiatra e ad ottobre mi prescrive daparox 5mg più il brintellix 5mg, io non effettuo questa terapia e riesco con tanto di stress ad arrivare con tale dosaggio a dicembre 2019 (ovviamente con periodi in cui stavo discretamente e periodi di insonnia a cavallo con gli esami)
2020: non riesco più ad andare avanti in quanto non riesco più a studiare e a dormire correttamente, così a gennaio 2020 torno dallo psichiatra 20mg daparox piu en 0,5 mg, seripnol 10gocce e zolpedaur 10g la sera; nei mesi seguenti inizio a stare meglio e prendo a luglio solo 20mg di daparox; ad ottobre scalo in autonomia il daparox a 17mg, poi verso febbraio marzo 2021 (finalmente finisco gli esami e con lo pscichiatra decidiamo di ridurre ulteriormente la dose di altre 5gocce) 12mg; non sono seguito da nessuno psichiatra, a causa dello stress per la tesi decido di portare tale dosaggio fino a dicembre 2021 per non rischiare nuovamente nell'insonnia (mi laureo e finisco gli studi).
2022: febbraio scalo 2gocce 10mg; giugno altre 3gocce 7mg(sintomi da sospensione "insonnia", che si aggiusta nel giro di un mese); a metà ottobre non so per quale motivo (forse per la fretta di togliere il farmaco o perchè dormivo bene) decido di ridurre 2 ulteriori gocce "non l'avessi mai fatto" da 3 mesi ho stanchezza fisica e mentale, insonnia ed ho infiammazioni tendinee su tutto il corpo, neanche con camminata ed attività fisica riesco a stare meglio anzi mi peggiora il mio stato fisico in quanto mi escono ulteriori dolori, ed il tutto mi crea ulteriori stati di stress psichico.
Ho effettuato la donazione per il progetto e supporto. Vi chiedo se sia il caso di cambiare psichiatra in quanto il suo è uno scalaggio standard, ovvero un quarto di pastiglia per volta, a meno che non faccia una richiesta esplicità e soprattutto non vengo sedato se ho delle crisi durante la riduzione del daparox, o meglio mi da gli ansiolitici nella fase di salita della paroxetina ma non in caso di riduzione della stessa, ovvero al bisogno. Vi ringrazio anticipatamente
IgnazioF
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio dic 15, 2022 11:42 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda admin » mer gen 11, 2023 10:01 pm

Hai gestito male tutte le riduzioni.
Gli SSRI conferiscono forte dipendenza e devono quindi essere ridotti con estrema gradualità.
Inoltre, la velocità di riduzione deve diminuire al calare del dosaggio !!! Cioè, più si arriva a dosaggi bassi più è difficile e quindi occorre rallentare !
A riguardo,in futuro, ti consigliamo di utilizzare le scalette presenti sul nostro sito:
http://www.ansiafarmaci.it/scalette_riduzione.html

Che sintomi hai ora esattamente ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4229
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda IgnazioF » mer gen 11, 2023 11:01 pm

Buonasera, capisco, il problema è che il mio psichiatra usa anche a distanza di anni di assunzione del farmaco la riduzione del dosaggio a 5gocce con 1 a settimana, cioè un quarto di pastiglia per volta, ho letto la scaletta, il fatto è che dovrei proporre la modalità di assunzione/riduzione e di utilizzo di determinati farmaci per sedare eventuali crisi come il rivotril, e non so se questo possa essere accettato dallo psichiatra stesso (cioè dovrei dirgli io che farmaci darmi).
Attualmente ho un sonno disturbato, mi sveglio diverse volte durante la notte, al risveglio al mattino ho uno stato ansioso, che poi si riduce nel giro di 10-15 minuti.
Ci sono giorni che ho difficoltà a mangiare, cioè vado avanti con un solo piatto di pasta, altri in cui riesco a mangiare qualcosa in più. L'umore nel corso della giornata è piuttosto apatico. I sintomi più deleteri sono i dolori fisici, il quale sto notando che con l'avanzare del tempo in questo stato psico-fisico aumentano ed anche una semplice passeggiata mi risulta molto frustrante, fino a tre mesi fa riuscivo ad allenarmi con regolarità ora non riesco più, ho perso anche la voglia di farlo. Ce da aggiungere che questa situazione di elevato stress l'ho vissuta da quando ho iniziato la tesi di laurea da marzo a dicembre 2021, sono stato un pò meglio tra marzo e maggio dello scorso anno ed i mesi di agosto-settembre.
IgnazioF
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio dic 15, 2022 11:42 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda admin » gio gen 12, 2023 11:18 pm

Ti conviene tenere la paroxetina a 5 gocce ed aggiungere 50 mg di Sertralina (comincia con 25 mg e dopo una settimana arriva a 50mg).
Per sedare gli effetti collaterali ti conviene prendere 20 gocce di EN ogni 12 ore.
La Sertralina è una molecola migliore della paroxetina. Conferisce meno effetti collaterali e meno dipendenza.
Dovrai tenere costante il dosaggio per almeno un anno, prima di incominciare una riduzione molto lenta.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4229
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda IgnazioF » ven gen 13, 2023 7:37 pm

vi ringrazio, ma non so se il mio psichiatra mi darà la sertralina o aumenterà nuovamente il dosaggio del daparox
IgnazioF
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio dic 15, 2022 11:42 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda admin » dom gen 15, 2023 10:01 pm

Anche aumentare il daparox è una via percorribile, anche se nel tuo caso è subottimale rispetto all'uso della Sertralina.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4229
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Problemi scalaggio Daparox

Messaggioda IgnazioF » ven gen 27, 2023 4:48 pm

Salve ho ricontatto lo psichiatra per avere la visita ma mi è stato detto che prima di marzo non può perché è pieno a meno che qualcuno non disdica, vorrei chiedervi se potreste consigliarmi voi uno psichiatra perché non so a chi rivolgermi
IgnazioF
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio dic 15, 2022 11:42 am


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron