Riduzione sertralina

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Riduzione sertralina

Messaggioda francesco.sano-zffd » mer set 29, 2021 7:11 pm

Buona sera e grazie in anticipo a chiunque possa darmi un pratico consiglio. Cercherò di essere breve. Inizio lentamente a stare male nel marzo 2019. Pian piano tutto si fa più complicato. Ansia tremenda, attacchi di panico spaventosi, dubbi ossessivi continui, in modo particolare ero ossionato di poter avere un disturbo bipolare non riconosciuto. Lo psicoterapeuta lo escluse a priori. Ma avevo paura, una paura tremenda. Non mi fidavo, dubitavo di continuo chiedendo a chiunque qualsiasi tipo di rassicurazioni. Non riuscivo a non cercare su internet. Ero in tunnel. Giugno 2019 dopo tutti questi mesi subentra un calo dell umore. Sensi di colpa verso tutto e tutti per i miei errori passati, sono gay e fidanzato ma mi sentivo in colpa anche con dio. Non riuscivo neanche a masturbarmi per il dubbio ossessivo di peccare. Comunque dopo 2 consulti con 2 differenti psichiatri che collimavano con la diagnosi (depressione ansiosa con ruminaxioni dubitative) non fido ancora, preso dalla disperazione consulto uno psichiatra che fin da subito mi ispirò fiducia. Molto conosciuto dalle mie parti (si è specializzato con la dott. Ssa colombo di Milano) diagnosi depressione ansiosa con lieve doc (solo compulsioni mentali) terapia Zolotf. Andai a visita il 02 settembre 2019 e inizio la terapia con il farmaco così titolata :25 mg i primi 3 giorni, 50 mg per 5 giorni, 75mg x 6 giorni fino ad arrivare a 100 mg. Mi spiegó in dettaglio tempo di latenza del farmaco, aspettative ed effetti collaterali. Eventualmente mi suggerì di prendere 8 gocce di Xanax (4 mattina e 4 sera, non una goccia in più) ho resistito per 10 giorni con effetti collaterali sopratutto gastrointestinali. Da fine ottobre 2019 iniziai a ad avere leggeri ma progressivi miglioramenti prima sull ansia poi sull umore infine da metà novembre 2019 piano piano i dubbi si placavano. Presi. Il dosaggio di 100 mg da ottobre 2019 a metà marzo 2020. Mi tevevo e mi tengo sempre in contatto con lo specialista via mail. Da fine marzo 2020 passo a 75 mg per 7 giorni ed infine a 50 mg(non mai avuto sintomi fino allo scalaggio della dose che attualmente assumo. Sono due anni che assumo zoloft, vorrei provare ad eliminarlo con le dovute cautele perché conosco la sindrome da sospensione da ssri. Ad oggi mi ritrovo con addome gonfio, con grasso un pó anomalo nella sua distribuzione addominale. Gastralgia che va e viene. Una totale apatia, pigrizia, svogliatezza, senso di noia continua. All inizio della cura ero sottopeso adesso non facendo sport per la pigrizia che menzionavo peso sui 64 kg per 173 d'altezza. L'aspetto sessuale fortunatamente ne ha poco risentito ma ho il timore che alle l'eliminazione del farmaco per paradosso cali libido,scarso o nullo vigore sessuale ed erettile. Il web è pieno di testimonianze veritiere di ragazzi della mia stessa età (io ne ho 35) che addirittura alla sospensione accusano questi sintomi più la naturale dipendenza fisica ed emotiva del farmaco. Mi è stato consigliato di prenderne mezza (25mg).ma non fido. Mi hanno consigliato di intraprendere seriamente un lavoro psicoterapeutico approfondito senza interrompere ogni volta che ci si addentrava in zone spinose. Per cui chiedo a voi su come muovermi sul farmaco, sulla psicoterapia ecc ecc. E vi ringrazio perché davvero aiutate tante persone a smettere con questo tipo di farmaci che parliamoci chiaramente non sono né caramelle ne privi di rischi. Sono di messina qualora vogliate fornirmi il nome di uno specialista che mi aiuti nella sospensione. Grazie ancora. FR.
francesco.sano-zffd
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven set 17, 2021 1:41 pm

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti