Come mi sono liberata dalla dipendenza da venlafaxina!

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Come mi sono liberata dalla dipendenza da venlafaxina!

Messaggioda Manuelascalfi » dom nov 29, 2020 5:43 pm

Buongiorno, mi chiamo Manuela Scalfi e voglio raccontarvi la mia esperienza di dismissione dalla venlafaxina sperando che possa aiutare altre ed altri a farlo. Ho iniziato a prendere questo farmaco per il dolore cronico e l'ho preso per 18 mesi.Dopo 4 settimane al dosaggio minimo di 37,5 mg. sono passata ai 75 mg. Ho sempre tollerato bene la venlafaxina anche se non ho avuto grandi benefici sul mio dolore. Ad un certo punto è arrivato anche per me il momento di smettere di prenderla. Non ero stata informata dai medici che me l'avevano prescritta che avrebbe potuto essere complicato. Su consiglio del medico di base ho iniziato ad alternare le pastiglie da 75 mg. con quelle da 37,5 mg. per 15 giorni. In questa fase sono stata bene. Ho poi continuato per altri 15 giorni con quelle da 37,5 mg. I problemi sono sorti quando ho iniziato a prenderla a giorni alterni. Nausea fortissima, capogiro e tremori per un mese. Ho iniziato a stare spesso a letto, incapace di fare alcunché. I dottori non sono stati in grado di consigliarmi una terapia di dismissione che non fosse quella della pazienza. L'alternativa era riassumere la venlafaxina tutti i giorni ma io mi sono rifiutata e ho deciso di fare "di testa mia". Ho consultato diversi siti e, spaventata, ho scoperto le testimonianze delle tante persone che, come me, stavano soffrendo. Così all'inizio di ottobre, 2 mesi fa, ho iniziato a togliere la pastiglia da 37,5 dalla sua capsula, frammentandola in 2 per poterla rimettere nell'involucro. Ho preso questa metà tutti i giorni per 15 giorni con sintomi d'astinenza sopportabili, poi ho continuato ad assumerla a giorni alterni per altri 15 giorni. In questa fase i sintomi si sono aggravati ma io ho tenuto duro e quando si sono affievoliti ho iniziato a dividere la pastiglia in 4. Sempre un giorno sì e uno no per 15 giorni. Gli ultimi 15 giorni cercavo di grattare dal quarto ancora un po' di polvere e ho assunto a giorni alterni questo "ottavo" di pastiglia. E così ne sono venuta fuori. Ho trovato scritto dappertutto che quello che ho fatto non si poteva fare perché la pastiglia è a rilascio graduale. Con me invece ha funzionato e spero che questa esperienza possa essere utile. Non capisco proprio perché chi produce questo farmaco, così utile ma così terribile, non inizi a commercializzare dosaggi più graduali per consentire "una disintossicazione" più serena.
Manuelascalfi
 
Messaggi: 2
Iscritto il: dom nov 29, 2020 4:45 pm

Re: Come mi sono liberata dalla dipendenza da venlafaxina!

Messaggioda Dima83 » dom dic 27, 2020 6:47 pm

Ciao,
Sto assumendo Efexor da circa un anno e siccome non ho più ansia e attacchi di panico vorrei incominciare a ridurre. Domani ho l’incontro con il neurologo.

Se ti posso chiedere una cosa, anche a te provocava effetti indesiderati quali appiattimenti emotivo, testa pesante e fiato corto? Sono mesi che sto così è più che a una condizione psicologica qualcosa mi dice che sia proprio questa molecola a farmi sentire così.spero davvero di riuscire a uscirne il più presto possibile e che lo scalaggio non mi dia problemi
Dima83
 
Messaggi: 12
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti