Un aiuto a riguardo...grazie

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun nov 09, 2020 8:54 pm

A nostro parere il passaggio da SSRI a tricicli (e.g. l'anafranil) è sconsigliato, in quanto i triciclici tipicamente non compensano totalmente l'azione sui recettori serotoninergici che hanno invece gli SSRI.
Piuttosto, si poteva valutare di tenere la Venlafaxina (magari ad un dosaggio leggermente piu' alto... e.g. una pastiglia da 75mg + una pastiglia da 37.5 mg).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » lun nov 16, 2020 7:23 pm

Ciao a tutti...un consiglio, parere

Sono sempre stato dibbattuto se assumere farmaci, SSRI SNRI, per il mio problema: penso che le altre volte il mio abbattimento sia venuto e sia svanito dopo del tempo così senza una vero supporto farmacologico, tra l' altro seguito male. Seguito male perchè come sempre nutro poca fiducia in medicine sintetizzate 30/40 anni fà e che si pensa possano in qualche modo stimolare fattori che influenzano il pensiero.
La mia è una depressione reattiva a due lutti ed ad un lavoro stressante: ho raggiunto un punto di stress dopo il quale mi ritrovo ad avere rimpianto di un passato che non è più, paura di un futuro incerto, non riuscire a vivere se non con ansia e preoccupazione un presente, senza viverlo tranquillamente e serenamente. Mia moglie oltremodo preoccupata è stanta: mi dice tirati su e vivi. Io invece mi sento come imbalsamato da una mancanza di emozioni, da una stasi a fare qualsiasi cosa mi sia proposto, se non con immensa fatica.
In fin dei conti mi chiedo, cosa di cui mi tormento sempre, non per altro ho cambiato vari dottori...intraprendo una cura...la cura con farmaci ?!?
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun nov 16, 2020 8:01 pm

Non stimolano molto fattori che influenzano il pensiero.
I farmaci vanno utilizzati quando non si ha scelta (ovvero quando si accusano dei sintomi clinici... e.g. ansia molto forte).
I sintomi che ci hai descritto nel primo messaggio sono sintomi clinicamente rilevanti. Si possono curare facilmente tenendo per almeno 1 anno una dosa efficace e sufficiente di un qualsiasi antidepressivo che agisca sui recettori che riassorbono la Serotonina.
Tra questi, noi ti suggeriamo la Sertralina, ma è possibile curarsi usando anche gli altri (e.g. cipralex, venlafaxina).
Ti sconsigliamo invece di ricorrere all'anafranil (rischia di non essere sufficientemente potente sui recettori che riassorbono la serotonina).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » lun nov 30, 2020 11:30 am

Buongiorno, vi aggiorno circa l'ultima visita dal dottore...

Ho posto il quesito di utilizzare i farmaci consigliati...lui invece mi ha aggiustato la terapia con Anafranil 25 mattina + 25 sera, Maveral 100mg a cena, 1mg Minias per dormire.

Non so cosa fara, sinceramente...
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun nov 30, 2020 1:33 pm

Il Minias non deve essere utilizzato in psichiatria (in quanto ha emivita breve).
La Fluvoxamina a 100 mg avrebbe invece un effetto curativo. E' un SSRI efficace (e quindi utilizzabile).
Noi pero' lo sconsigliamo per tre ragioni:
1) metaboliche (puo' aumentare l'efficacia di altri farmaci psichiatrici somministrati in contemporanea)
2) agisce sul recettore sigma 1 (e ha quindi un effetto ansiolitico... non voluto e inopportuno in questo tipo di farmaci)
3) non ha alcun effetto noradrenergico o dopaminergico (causa quindi maggiore dipendenza ed effetti collaterali rispetto ad altri SSRI utilizzabili)
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » lun dic 07, 2020 12:56 pm

Buongiorno,
ritorno a scrivere per aggiornamenti e consiglio:

Ho continuato a prendere, sotto la spinta del neurologo psichiatra, 25mg Anafril mattina e 25mg sera, il Maveral 100 a cena...sinceramente dopo 15 giorni mi sento una schifezza...spossatezza, mancanza di voglia di alzarmi la mattina, voglia di stare a letto tutto il giorno, nessun senso di responsabilità, stitichezza, bocca asciutta, voglia di non far niente...la mattina momento più tragico in assoluto.

Che fare...?!? Cambio ancora una volta...le medicine a disposizione sono Daparox, Cipralex, Xanax, EN, Paroxetina, Olanzapina, Risperdal, Minias, Stilnox

Mi sento un caso psicotico, patologico...vorrei ripartire da una cura semplice, non da abbattimento, ben impostata....
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun dic 07, 2020 2:19 pm

L'effetto curativo di un qualsiasi antidepressivo, arriva dopo 1-2 mesi di assunzione (in quanto deve accumularsi nel cervello).
Nei primi 1 o 2 mesi si percepisce un peggioramento della patologia (e occorre quindi assumere degli ansiolitici ad emivita lungo per sedare tali sintomi).
Occorre quindi aspettare che arrivano gli effetti positivi.
Rimangono poi i consigli che ti abbiamo dato nei messaggi precedenti.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » mer dic 23, 2020 10:18 am

Buongiorno,

volevo solo aggiornare a riguardo della cura, imposta, intrapresa dal mio psichiatra/neurologo: Anafranil 25 mattina, Maveral 100 sera, Sonirem 25gc la sera.

Ad oggi, dopo quasi 20 giorni, solo un abbattimento tutta la giornata, difficoltà ad alzarmi la mattina per svogliatezza, abbattimento, mancanza di energie, dolori ai muscoli ed alle articolazioni. Giornata trascorso sotto tono, pomeriggio dopo pranzo ansia generalizzata, tristezza pomeridiana e serale.

Possibile che il Maveral ed Anafranil possano provocare tutti questi disturbi ?!?

Oggi, penso, prima della chiusura festiva, di recarmi dal dottore per aggiornarlo e chiedere consiglio a riguardo.
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » gio dic 24, 2020 6:14 pm

Il tuo psichiatra ha infranto il nostro quinto comandamento !
Il Sonirem (Zolpidem) non deve essere utilizzato in psichiatria !!!!
http://www.ansiafarmaci.it/comandamenti.html
Lo zolpidem è un ipnotico. Suscita un sonno senza sogni e non riposante.
Gli ipnotici si usano per le anestesie generali e per chi ha dei dolori molto forti ma non hanno alcuna utilità in psichiatria.
L'utilizzo dello Zolpidem puo' essere una delle cause dei tuoi disturbi.
Ti suggeriamo quindi di cominciare a ridurlo con estrema gradualità. Esiste il formato in gocce. Da quanto lo stai prendendo ?

Devi invece assumere degli ansiolitici ad emivita lungo (e.g. Clonazepam oppure delorazepam).
Per esempio potresti assumere 4 gocce di Clonazepam ogni 12 ore.
I primi 1-2 mesi di assunzione di antidepressivi conviene sedare i sintomi (in quanto l'effetto positivo arriva dopo !).
In generale, devi avere ancora un po di pazienza.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » lun dic 28, 2020 12:40 pm

Ciao, grazie come sempre delle risposte e dei consigli in merito...

mercoledì pomeriggio, ho avuto incontro con lo psichiatra, prima della risposta gentilmente qui avuta.

Gli ultimi cambiamente che sono stati fatti è sospensione in tre giorni di Anafranil 25 la mattina, Maveral 1/2 compressa da 100mg la sera ed inserimento graduale in tre giorni di Trittico 150 sempre la sera, che dovrebbe compensare sia l'Anafranil che eventuale sonniferi. All'occorrenza ha sostituito il Sonirem con 1/2 compressa di Minias 2mg se occorre.

Questi sono gli ultimi cambiamenti fatti dallo psichiatra...?!?
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun dic 28, 2020 11:46 pm

è piu' sicuro ridurre lo Zolpidem con estrema gradualità (passandolo in gocce e riducendolo con molta gradualità una goccia per volta). Da quanto lo stai prendendo ?
L'inibitore dell'assorbimento della serotonina (fluvoxamina, da noi sconsigliato...) va tenuto ad un dosaggio di 75 mg per almeno un anno. Suggeriamo di non ridurlo al di sotto di quel dosaggio, dato il tuo peso.

Il trittico non compensa ne l'anafranil ne lo zolpidem.
Puo' pero' essere utilizzato come alternativa al Clonazepam (in modo da sedare i sintomi in attesa che l'SSRI faccia effetto). In tal caso va preso in 3 somministrazioni giornaliere.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » mar dic 29, 2020 12:04 pm

è piu' sicuro ridurre lo Zolpidem con estrema gradualità (passandolo in gocce e riducendolo con molta gradualità una goccia per volta). Da quanto lo stai prendendo ?

L'ho preso per alcuni mesi, passando nel mezzo ad halcion 250

L'inibitore dell'assorbimento della serotonina (fluvoxamina, da noi sconsigliato...) va tenuto ad un dosaggio di 75 mg per almeno un anno. Suggeriamo di non ridurlo al di sotto di quel dosaggio, dato il tuo peso.

Mi è stata prescritta perchè a detta dello psichiatra è quella più efficace sull'ansia

Il trittico non compensa ne l'anafranil ne lo zolpidem.

Mi è stato data la formulazione 150 a rilascio prolungato e mi è stato detto che ingloba sia la componente antidepressiva, sia anti ansia, che sonnifero.

Questo mi è stato riferito dal mio psichiatra...sono tanto, tanto confuso, sinceramente...
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » mar dic 29, 2020 10:14 pm

per quanti mesi hai preso lo Zolpidem ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda ginustriste » mer dic 30, 2020 9:49 am

Ciao e grazie...

per quanti mesi hai preso lo Zolpidem ?


Ho utilizzato in totale al ritmo di 15/20 gocce al giorno 3 confezioni...penso circa 3 mesi...poi mi hanno prescritto halcion 250 ed ora da abbinare al Trittico 150: 1/2 compressa di Minias.

Grazie come sempre...
ginustriste
 
Messaggi: 16
Iscritto il: mar nov 21, 2017 5:08 pm

Re: Un aiuto a riguardo...grazie

Messaggioda admin » lun gen 04, 2021 12:53 pm

Puoi provare a togliere 1 goccia di zolpidem ogni 5 giorni, fino ad arrivare a 6 gocce al giorno.
Le ultime 6 gocce puoi toglierne una ogni 7-8 giorni.
Halcion e Minias li sconsigliamo in quanto hanno un emivita breve. Meglio utilizzare il DeLorazepam.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3742
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Precedente

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti

cron