Appiattimento emotivo ed efexor

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » gio lug 09, 2020 5:09 pm

Buonasera,

Circa un anno e mezzo fa ho dovuto chiedere aiuto a un neurologo per una problematica di ansia generalizzata, sfociata in depressione.

Sono stato in cura Nel tempo con maveral, deniban, lyrica e alcune gocce di trittico per la notte.

Rispetto alla situazione iniziale, dopo qualche mese ho incominciato a sentirmi molto meglio e non ho più accusato malessere dettato dall’ansia.

Questa infatti è sparita completamente, con essa anche tutte le preoccupazioni.


di contro però Ho notato nel tempo però un attenuamento delle emozioni e un senso di distacco generale dalle cose importante
Il neurologo quindi ha deciso di aggiungere alla terapia una capsula di Efexor al giorno da 75 che nel tempo è andata sostitute gli altri famarci
Da quando ho iniziato, circa 6/7 mesi fa, con l’efexor ho notato da subito una grande spinta vitale e voglia di fare e inoltre sono spariti gli effetti collaterali indotti dai farmaci precedenti

il punto però è che a periodi alterni la sensazione di distacco emotivo e il distacco dai problemi ritorna a farmi visita.
in questi giorni mi sento come dentro una Bolla e le mie emozioni lontane e offuscate

la voglia di fare non mi manca affatto.
anzi... sto cercando in tutti i modi di fare tutto ciò che mi piace (o comunque che mi è sempre piaciuto fare fino a quando stavo bene) per cercare di trovare soddisfazione o il gusto di fare... è proprio il piacere che mi manca, oltre che altri generi di sentimenti
per dirvi.

so solo che non voglio essere egoista e cercare in tutti i modi di venirne a capo, per me è per gli altri che mi stanno intorno.

sono sicuramente convinto che l'efexor abbia portato effetti positivi al mio stato di salute mentale ma non sono convinto sul dosaggio o se da solo possa non essere sufficiente

oppure che lo stesso farmaco produca degli effetti collaterali di questo tipo

sinceramente se dovessi scegliere non ritornerei indietro a quando stavo sempre male per colpa dell'ansia, per cui abbandonare i farmaci mi risulta difficile

a questo punto vi chiedo se ll'efexor da 75 può combattere da solo l'apatia?
in generale quale è la vosta opinione?
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda admin » ven lug 10, 2020 11:17 am

L'apatia è un tipico effetto collaterale di queste terapie.
Sparisce da sola dopo un po. Non devi fare nulla.

quanto pesi ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » ven lug 10, 2020 11:52 am

peso circa 64 kg per 1.65 di altezza

se può essere utile ho notato che il malessere sorge dopo circa 2 ore dall'assunzione serale per poi scemare un poco sulla tarda mattinata seguente.
ritorna poi nel pomeriggio, qualche ora prima dell'assunzione e successivamente dopo l'assunzione appunto.

prendo efexor da circa 7 mesi, possibile che non mi abbia ancora stabilizzato?

la terapia precedente l'ho interrotta nell'arco di un mese e comprendeva oltre all'efexor da 75 i seguenti:

maveral 100g (colazione)
Lyrica 25mg (colazione)
Lyrica 75mg(sera)

come vede, dosaggi bassi , infatti non ho accusato nessun effetto collaterale togliendo questi farmaci, anzi mi sono sentito meno come dire "alle strette" e condizionato mentalmente.

Lyrica mi rendeva iperattivo(ma inconcludente) e la sera faticavo ad addormentarmi.

preciso che l'efexor da 75 il mio neurologo me l'aveva prescritto proprio perché incominciavo a provare sensazioni strane come appunto offuscamento mentale e appiattimento emotivo con la terapia di cui sopra.

da allora l'efexor mi ha sicuramente stimolato senza essere iperattivo ma continuo comunque a percepire le mie sensazioni in maniera strana, come se fossi in una bolla e mi guardassi dall'esterno
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda admin » ven lug 10, 2020 2:51 pm

Come hai gestito esattamente la fluvoxamina ? Quando hai iniziato a prenderla ? Per quanto tempo l'hai presa ?
Come hai gestito esattamente la Lyrica ? Quando hai iniziato a prenderla ? Per quanto tempo l'hai presa ? Come l'hai scalata ?

Tanto per chiarire.
A livello serotoninergico 100 mg di Fluvoxamina corrispondono a 75 mg di Effexor.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » ven lug 10, 2020 4:33 pm

Allora , cerco di essere il più preciso possibile

maveral ho incominciato a prenderlo dal 30 marzo 2019( inizio cura) con una dose di 50mg la mattina e 50mg la sera
Dimenticavo che il primo mese il neurologo mi diede anche Solian 200mg, 1/4 di compressa colazione e 1/4 a cena , poi
Lyrica 25mg , una capsula mattina e una capsula la sera.
5gocce di rivotril e 5 gocce di trittico Prima di andare a letto

Il 13 aprile 2019 visto che avevo un netto calo della libido mi ha tolto il Solian e aggiunto il Deniban 50mg , mezza capsula per 20 giorni(colazione e cena) , poi 1/4 per altri 20 giorni (sempre colazione e cena)

Sono rimasti invariati Lyrica, maveral , rivotril e trittico.

Dopo un altro mese essendo migliorato Mi ha tolto il Deniban, tutto il resto invariato a parte il Maveral da prendere solo una volta la mattina da 100mg

Dopo altri 3 mesi avendo avuto una piccola ricaduta dopo un rientro dalle ferie(niente ansia, solo depressione) mi ha aumentato la dose serale di lyrica a 75mg , tutto il resto uguale.

A novembre 2019 mi ha introdotto l’efexor d 75 a rilascio prolungato e tutto il resto uguale come ho scritto nel post precedente

Devo essere sincero e le gocce la sera non le ho più prese di mia volontà da novembre perché mi svegliavo Sempre la mattina come dopo una sbronza. Per fortuna non ho avuto più problemi a dormire la notte anche senza(Sempre che avessero questa funzione)

A febbraio 2020 dopo mie sollecitazioni sul fatto che mi sentivo sempre appesantito(non riuscivo a fare due piegamenti di fila per dire e sono sempre stato uno sportivo) e con la mente a 3000 si è deciso a scalare le dosi.

Quindi ho tolto prima la dose di lyrica della mattina e sono rimasto con la dose di 75 la sera
Dopo una settimana ho ridotto la dose da 75 a 25 la sera
La terza settimana ho ridotto il maveral a 50g Solo la mattina
La quarta settimana ho tolto sia maveral che lyrica

Il neurologo disse che comunque ero comperto dall’efexor che avevo già preso per 3 mesi e infatti non ho sentito alcun tipo di effetto fisico indesiderato buttando nel cestino gli altri

Mentalmente , una volta introdotto l’efexor ho incominciato sempre più a sentirmi estraneo ai problemi, non mi importava quasi di nulla se non di me stesso. Del tipo che se la mia compagna mi parlava di un fatto importante dicevo tra me e me , ah vabbè chissenefrega e la mia attenzione andava su altro. Come se il mio cervello andasse in protezione per non soffrire.
Anche se devo dire che questa cosa è un po’ calata nelle ultime 2/3 settimane , i problemi li percepisco leggermente di più.

Il problema però è questo annebbiamento ogni qual volta cerco di sforzarmi per esempio a seguire attentamente un film , o un brano musicale, a godermi un bel paesaggio, o abbracciare la mia compagna.
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda admin » sab lug 11, 2020 6:59 pm

I farmaci psichiatrici conferiscono dipendenza e devono essere ridotti con l'opportuna gradualità.
Nel tuo caso, li hai ridotti/tolti troppo velocemente. Forse ti sei salvato in "corner" (in quanto li hai presi per relativamente poco tempo ).
Hai ridotto di botto gli inibitori del riassorbimento della serotonina e anche gli ansiolitici. Non lo fare piu' !

Potresti descrivere meglio i sintomi ?
Dormi la notte ? Accusi ansia ? Riesci ad andare in giro da solo ?
Riesci a lavorare ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » dom lug 12, 2020 12:34 pm

La notte dormo abbastanza bene anche se una volta coricato accuso quel peso alla testa di cui parlavo e non riesco a essere partecipe per esempio nel seguire qualcosa in televisione. Non mi manca la concentrazione ma proprio perdo l’interesse in quei momenti . più cerco di rilassarmi e più sento questo distacco emotivo e mente offuscata per cui abbandono quelli che sto facendo e semplicemente chiudo gli occhi. Poi Mi addormento di colpo senza provare sonnolenza come se il mio cervello si disattivasse di all’improvviso.

Ansia niente di niente da qualche mese, e di questo ne sono ovviamente contento.

Riesco ad andare in giro da solo a piedi ma in macchina ho qualche timore sinceramente
Lavoro da casa in smartworking per fortuna e a parte alcuni momenti di sconforto riesco comunque a impegnarmi abbastanza anche perché la concentrazione non mi manca. Il problema appunto è quando non sono impegnato in qualcosa e provo a godermi la vita.

Anche per esempio quando provo a intavolare una discussione(senza diciamo pensare alla prestazione come faccio al lavoro) con gli amici faccio davvero fatica e delle volte anche a trovare le parole giuste e se ci passo troppo tempo A un certo punto prevale la voglia di restare solo e a un certo punto Ho voglia di isolarmi.
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda admin » dom lug 12, 2020 3:30 pm

La nostra impressione è questa:
- la cazzata di togliere da un giorno all'altro Lyrica e Clonazepam sembrerebbe esserti stata "perdonata" in quanto avevi ancora copertura da parte degli inibitori del riassorbimento della serotonina
- la cazzata di ridurre in poco tempo gli inibitori del riassorbimento della serotonina da una dose che corrisponde a 225 mg di Effexor a 75 mg di Effexor, invece, sembrerebbe che ti abbia lasciato qualche sintomo (i.e. quelli che descrivi).

Non sembrano essere sintomi gravi.
Ora batte la pesca vedere se quei sintomi tendono a migliorare da soli oppure se per toglierli conviene riaumentare gli SSRI.

Devi quindi provare a vedere nel corso di un paio di mesi se tali sintomi tendono a migliorare da soli oppure no.
Se non migliorano devi introdurre un dosaggio alto di Sertralina (e quindi aumentare gli SSRI).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » lun lug 13, 2020 6:55 pm

Chiaro,

Cerco di tenere duro e vedere nei prossimi due mesi come procede. Il fatto che comunque la situazione è altalenante mi fa sperare che a un certo punto si stabilizzi.. ieri per esempio sono stato quasi bene tutto il giorno, oggi un po’ meno.

Vi terrò aggiornati
grazie per il servizio che erogate.
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » ven ago 14, 2020 9:35 pm

Buonasera Admin,
Volevo aggiornarvi in merito alla mia situazione ad oggi, passato un mese dal vostro intervento

Nell’ultimo mese sono stato leggermente meglio, in cui diciamo che ho respirato un po’, la morsa alla testa e offuscamento erano meno presenti anche se emotivamente mi sentivo ancora un po piatto

ci sono stati dei giorni in cui sono stato bene, anche se il senso di distacco emotivo nei confronti dei problemi non ha desistito.

Con l’arrivo del clima torrido invece sto avendo parecchi problemi. Sto passando queste giornate per la maggior parte del tempo a letto dormendo. Ho parecchio sonno e mi sento quasi sempre come frastornato come dopo una sbronza. Ho un continuo nodo alla gola, mente offuscata e in generale mi sento un po’ distaccato dalla realtà che mi circonda.

Niente ansia, niente di niente. Non ho problemi a uscire di casa e incontrare persone. Ansia sociale niente
Ecco se dovessi spiegare il rapporto con le persona è totale mancanza di empatia nei loro confronti. Ci posso stare anche ore adesso senza ne stufarmi o provare piacere.

Prima era peggio comunque perché volevo richiudermi solo con me stesso e provavo proprio fastidio nel socializzare

Sto continuando come da vostro suggerimento a mantenere l’efexor a 75 la sera per poi valutare tra un mese.

A questo punto non so neanche se ad oggi sia il farmaco giusto anche se in qualche modo ha contribuito a stabilizzare un po’ la situazione.

Come mi avete detto voi sembrerebbe tutta colpa degli effetti collaterali, anche se non mi è chiaro se L colpa è data dalla sospensione dei precedenti farmaci oppure dall’efexor stesso.
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » dom ago 16, 2020 9:58 pm

Buonasera Admin,
sembrerebbe vada un po’ meglio dal punto di vista del sonno. Anche se nel pomeriggio mi sono coricato un attimo e mi sono addormentato senza però percepire stanchezza

La sensazione di offuscamento è ancora presente e anche l’apatia. Non so se può essere di aiuto a qualcosa ma ho notato che se lascio passare troppo tra un pasto e l’altro con il senso di fame mi si allenta anche un po’ il senso di oppressione alla testa.

Continuo comunque a essere poco stimolato e partecipe in generale anche se la voglia di fare rimane, mi frena sempre il fatto che poi trovo poca gratificazione

Secondo voi potrebbe essere utile provare ad aumentare l’efexor a una dose superiore di 75 oppure influisce solo sull’ansia impostarla per esempio a 150?
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda admin » dom ago 16, 2020 11:31 pm

In psichiatria, la stanchezza non è un sintomo negativo.
È invece considerato un sintomo positivo: indica che il cervello si sta riparando e rigenerando.
Tieni presente, inoltre, che il caldo causa stanchezza a tutti.
Vediamo come va nel corso delle prossime settimane.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda patati » mar nov 10, 2020 11:36 am

Ciao dimar 83 come stai ora?
patati
 
Messaggi: 212
Iscritto il: dom set 23, 2018 5:01 am

Re: Appiattimento emotivo ed efexor

Messaggioda Dima83 » mer nov 25, 2020 3:31 pm

ciao Patati,

Intanto grazie dell’interessamento.

Diciamo che sto sia bene che male allo stesso tempo. Tu dirai, come è possibile?
Sto bene perché non ho più ansia sociale, generale , e mi sento molto più attivo. Purtroppo però convivo ancora con questo senso di vuoto perenne e non riesco a godere pienamente delle cose che mi circondano. Sono arrivato alla conclusione che non avendo altri sintomi il tutto è causato dagli gli effetti negativi del farmaco, che spero di ridurre quanto prima. La cosa positiva è che sto rendendo molto bene al lavoro, non dovendo badare alle mie emozioni. Prendiamola con filosofia . Ho fissato un appuntamento dal neurogolo per il 28 dicembre a cui esporró il tutto è spero vivamente che mi riduca le dosi del farmaco. Devo solo tenere duro per un po’
Dima83
 
Messaggi: 11
Iscritto il: gio lug 09, 2020 3:37 pm


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 12 ospiti

cron