sostituzione paroxetina con escitalopram

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » gio nov 28, 2019 5:39 pm

Buonasera a tutti, ho 54 anni ed ho assunto la paroxetina per circa 4 anni. (40 gc al giorno). Per 2 anni prescritta dal neurologo poi mantenuta per circa altri 2 dall'otorino che mi aveva in cura per vertigini e disequilibrio che inoltre mi aveva prescritto anche 1 cp di Levopraid a pranzo ed una a cena e 10 gc di Rivotril prima di dormire. Faccio tutta la terapia per l'idrope e tentiamo di scalare i farmaci. Ma dopo pochi giorni ho disturbi soprattutto sull'equilibrio e torno al dosaggio, passati alcuni mesi altro tentativo, non sto bene ma arrivo a 20 gc di paroxetina al giorno, 1 Levopraid a pranzo e 5 gc di Rivotril, mantengo questi dosaggi per forse 15 giorni e poi il crollo! L'otorino mi mette in contatto con lo psichiatra con cui collabora e lentamente mi riporta a 40 gc di paroxetina lasciando invariato il dosaggio degli altri farmaci, leggero miglioramento però non riesco a mettermi in contatto con lui quando ho necessità e quindi cambio psichiatra. La psichiatra che mi prende in cura elimina il Levopraid e mantiene le 5 gc di Rivotril, mi sostituisce la paroxetina con l'escitalopram (settembre) in questo modo:
20 gc paroxetina al mattino e 10 gc escitalopram la sera per 4 giorni
10 gc escitalopram al mattino e 10 gc la sera il 5° giorno.
Non mi sento bene e cerca un aggiustamento e si arriva a 12 gc la sera ed è quello che sto assumendo attualmente. Ho avuto tanti malesseri in questo passaggio da un farmaco all'altro, la psichiatra diceva che nel giro di un mese si sarebbe tutto sistemato, resisto e dopo circa un mese e mezzo qualche sintomo si attenua, ma ora a circa 3 mesi dal cambio farmaco si sono riacutizzati, forte ansia, inappetenza, stordimento, stomaco che “saltella”, ecc. Chiedo aiuto alla psichiatra che mi prescrive ulteriori 3 gc di Rivotril al mattino (quindi da tre giorni ne prendo 5 alla sera e 3 al mattino) non vedo miglioramenti, anzi sono ancora più stordita del solito. Cosa devo fare? Sono in un inferno, per favore aiutatemi. Vi ringrazio e saluto.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » lun dic 02, 2019 12:48 pm

Da quanto tempo stai prendendo il Rivotril in totale ?
Come si manifesta la forte ansia ?
Quante gocce di escitalopram stai prendendo esattamente ora ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » lun dic 02, 2019 2:40 pm

Buongiorno, Il Rivotril lo sto assumendo dal 08.10.2017 e di Escitalopram ne prendo 12 gc la sera dopo cena da 3 mesi. Provo una forte inquietudine che a volte mi impedisce di star ferma, sento i muscoli che saltano, respiro male, lo stomaco batte, sono stordita e una morsa mi stringe la testa, se sto in piedi continuo a spostare il peso da un piede all'altro, dondolo, se cammino sbando un poco, a volte ho la sensazione di svenire ed anche la tremarella alle mani, tutto il mio corpo sembra impazzito e mi assale una forte paura di non uscire più da questa situazione, di morire e piango.
Grazie, un saluto.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » mar dic 03, 2019 2:43 pm

Che formato di paroxetina prendevi ? Quanti mg ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » mar dic 03, 2019 3:29 pm

Il neurologo mi aveva dato il generico, 1 cp da 20 mg al mattino, l'otorino me l'ha sostituita con il Sereupin sempre da 20 mg, 1 cp al giorno. poi me l'ha divisa: metà al mattino e metà al pomeriggio. Al momento di scalare sono passata al Dropaxin 20 gc al mattino e 20 gc al pomeriggio ed ho iniziato a scalare al pomeriggio (veloce) senza successo.
Aggiungo:
Il Dropaxin l'avevo già assunto precedentemente sempre per problemi di vertigini poi l'ho sospeso e dopo alcuni mesi ho iniziato ad avere malesseri che nel tempo sono peggiorati fino ad arrivare di nuovo a vertigini, ansia, scosse nella testa, sbandamenti continui da non poter restare in piedi, l'otorino mi dice che questa volta non è dovuto a problemi dell'orecchio e siccome sono emicranica pensa che sia emicrania vestibolare, mi rivolgo al neurologo che mi dice che non è emicrania vestibolare ma ansia e mi prescrive il generico della paroxetina........ astinenza?
Grazie e un saluto.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » mar dic 03, 2019 9:27 pm

Le sostituzioni di farmaco fatte alla pari (ovvero con la stessa quantità di inibitore del riassorbimento di serotonina) spesso non funzionano.
Occorre usare un dosaggio di farmaco sostituto piu' alto quando si effettua una sostituzione per essere sicuri di non avere problemi.
Inoltre sia il Rivotril che la paroxetina sono stati ridotti troppo in fretta.
Suggeriamo quindi quanto segue:
1) ripristinare il Rivotril a 10 gocce giornaliere
2) reintrodurre 10 mg di paroxetina
3) assumere 75 mg di Sertralina
4) Riassumere anche il Levopraid
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » mer dic 04, 2019 10:00 am

Grazie infinite. Per favore potete dirmi in quali orari devo assumere i farmaci e se l'escitalopram lo posso sostituire da un giorno all'altro o necessita di scalaggio? Contatto la psichiatra e vedo se è d'accordo per questa soluzione altrimenti dovrò farmi suggerire un nuovo psichiatra. Ancora grazie.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » mer dic 04, 2019 4:11 pm

Eccomi qui dopo aver parlato con la psichiatra che mi ha modificato di poco l'attuale terapia, è del tutto contraria alla sostituzione dell'Escitalopram.
Sempre uguale il Rivotril 5 gc la sera e 3 gc al mattino.
5 gc di Dropaxin al mattino.
10 gc di Escitalopram dopo cena.
Reintrodurre il Levopraid.
Cosa mi dite? Devo cercare un altro psichiatra?..... se potete darmi un suggerimento ve ne sarei grata.
Un saluto.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » mer dic 04, 2019 10:30 pm

Come si manifestano i sintomi di ansia ? La notte dormi ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » gio dic 05, 2019 11:07 am

I sintomi sono quelli che ho già descritto, se sia ansia di mio o magari provocata dai farmarci questo proprio non lo so. Ieri sera ho avuto una piccola vertigine il che mi ha provocato agitazione e tanta preoccupazione, paura che si ripeta l'intero calvario anche se so che una singola vertigine può essere insignificante. L'otorino sostiene che l'ansia alza la produzione dell'ormone antidiuretico che aggrava l'idrope e quindi aumento del disequilibrio e possibilità di crisi vertiginose. Oltre alla tranquillità dovrei seguire con attenzione l'alimentazione e anche l'assunzione di acqua, non lo sto facendo, lo stomaco pazzerello non me lo permette.
Dormo tutta la notte ma al mattino non mi risveglio sempre tranquilla, spesso a svegliarmi sono o lo stomaco che saltella o la morsa che mi comprime la testa.
Grazie.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » ven dic 06, 2019 1:00 pm

Buongiorno. Una domanda: se mantenessi le 12 gc di Escitalopram quale dosaggio di paroxetina dovrei reintegrare?
Grazie.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » dom dic 08, 2019 6:20 pm

Seppur stai assumendo farmaci da poco tempo, poco piu' di 4 anni, fare una diagnosi precisa sul tuo caso è un po difficile.
In pratica, non si capisce se hai una crisi psichiatrica o no.
A livello farmacologico hai fatto delle diminuzioni da 20 mg di paroxetina a 10 mg (che di solito se e' pochi anni che la si prende e se non vengono fatte proprio molto repentinamente non causano problemi...). Inoltre hai fatto una sostituzione repentina ad un dosaggio equivalente di escitalopram (pero' la paroxetina non la stai prendendo da una vita... per cui anche qui potrebbe/dovrebbe esserti andata bene...).
Inoltre hai dipendenza ad un dosaggio alto di Rivotril (il migliore ansiolitico al mondo e anche il piu' potente !! )
Infine l'altra complicazione è il problema otorinolaringoiatrico di vertigini... (dove sia il Rivotril che la paroxetina possono agire in modi diversi)

In parole povere, se hai una vera e propria crisi psichiatrica dovresti prendere almeno una dose di SSRI equivalente almeno a 40 mg di paroxetina.
Viceversa, se non hai una crisi psichiatrica, una dose di SSRI equivalente a 20 mg di paroxetina (che equivale a 10 mg di escitalopram o 50 mg di Sertralina) è la dose corretta.
Ovviamente noi suggeriamo la Sertralina.

Potresti cercare di descrivere di nuovo dettagliatamente i sintomi che hai ? Quanto sono forti ? Riesci ad uscire da sola e a fare una vita normale ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » lun dic 09, 2019 3:32 pm

Buongiorno.
Appena letta la vostra risposta sono andata in ansia, in tachicardia ed ho pianto, ho ormai fisso nella testa che nessuno possa aiutarmi a star bene.
Ho portato la paroxetina da 20 mg a 10 mg scalando una goccia un giorno si e uno no e il rivotril da 10 gc l'ho portatato a 5 gc scalandone una ogni 4 giorni.
Dopo quel che mi è successo la prima volta che ho sospeso la paroxetina, anni fa ed ho avuto i primi malesseri a distanza di mesi dalla sospensione che si sono aggravati nel tempo ed erano inimmaginabili ed ho pensato di morire, ho una paura folle di questo farmaco, paura di non poterlo eliminare mai più anzi di doverlo aumentare visto che dopo l'ultimo tentativo di scalaggio mi è stato riportato a 20 mg, ma non si sentivo bene comunque.
(Riassumendo: ho assunto paroxetina per +/- 4 anni, l'ho sospesa per 8/9 mesi poi assunta per altri 4 anni)

Il passaggio dalla paroxetina all'escitalopram l'ho fatto senza molta fiducia, pensavo che la psichiatra me lo scalasse molto molto lentamente e non che la sostituisse in questo modo e che mi aiutasse con le mie paure visto che è anche psicoterapeuta.

Sono ormai due anni che non guido la macchina se non per brevissimi tragitti per paura che mi venga una vertigine e di fare un incidente. Vivo con la paura addosso, ho smesso anche di andare dal dentista, da quando ho cambiato farmaco mi sono aumentate le paure, non esco più di casa se non è indispensabile, evito le persone, se ho una visita a sorpresa vado in ansia.
Non sono più io! Nonostante sia una persona minuta di appena 48 kg ho sempre provveduto alla casa, che è piuttosto grande, aiutavo mio marito nella sua attività, ho sempre badato al prato e al giardino, agli alberi da frutto. Ho ridipinto gli interni di casa salendo su scale e ponteggi senza paura, ho sempre trovato il tempo per corsi di meditazione ed altri, ho sempre avuto hobby creativi, leggevo molto e mi vedevo molto volentieri con le persone, ero socievole. Avevo la pace dentro. Ora dentro sento solo paura e riesco a malapena a sbrigare le faccende di casa necessarie. Ce l'ho stampata in faccia l'immagine della paura, sento i muscoli che saltano, lo stomaco batte batte, l'intestino fa i capricci: mangio colazione e corro subito in bagno, mi sento stordita ed ho un passo barcollante, se non mi sento la testa stretta in una morsa mi vengono dei colpi di mal di testa, non riesco più a distogliere la mente da questi sintomi e più ci penso più mi agito, non riesco più a star ferma, respiro in modo affrettato e superficiale, mi si gelano le mani e sudano e tremano, a volte ho un senso di svenimento e mi viene la paura di morire, piango....da ieri sera mi si è aggiunta non di continuo la tachicardia.
Forse ho scritto in modo confusionario, ma al momento non riesco a far di meglio. I sintomi che ho magari sono dovuti alla paura, alle mie fissazioni, alla mia mente incontrollabile che pensa sempre al peggio.........
Se avete bisogno di ulteriori informazioni, se vi è possibile contattatemi per telefono, forse riesco a spiegarmi meglio.
Vi ringrazio anche per la vostra pazienza.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda admin » mar dic 10, 2019 6:48 pm

Non si preoccupi. E' una patologia facilmente curabile, al 100%.
Ha una patologia psichiatrica/crisi. Ergo occorre aumentare il dosaggio di SSRI (dai quali ha 8 anni di dipendenza).

Confermiamo la cura che le abbiamo proposto precedentemente, ovvero:
1) ripristinare il Rivotril ad almeno 10 gocce giornaliere
2) reintrodurre 10 mg di paroxetina
3) assumere 75 mg di Sertralina
4) Riassumere anche il Levopraid

E' possibile che le occorra aumentare il Rivotril al di sopra delle 10 gocce (o forse, meglio ancore, assumere del Trittico), per circa 2 mesi (in modo da sedare gli effetti collaterali di accumulo dovuti all'aumento di dosaggio di SSRI). Poi, dopo 2 mesi, quando la Sertralina avrà' avuto effetto, potrà' gradualmente ridurre il dosaggio verso la sua dose di mantenimento di 10 gocce di Rivotril.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3194
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: sostituzione paroxetina con escitalopram

Messaggioda tata » mer dic 11, 2019 10:04 am

Buongiorno, vi ringrazio per il tempo che mi avete dedicato per capire quale fosse la causa dei miei attuali problemi.
Ieri sera sono andata dalla psichiatra che mi ha così modificato la terapia con il fine di riportarmi ai 20 mg di paroxetina.

Escitalopram 10 gc la sera dopo cena
Dropaxin: 10 gc al mattino per 3 giorni, aumento a 15 gc per 2 giorni e poi passare a 20 gc
Levopraid 1 cp a colazione e 1 a pranzo
Rivotril 5 gc prima di dormire e 3 gc al bisogno.
Per cortesia ditemi solo se devo reintegrare la paroxetina con questa modalità o se posso prenderne da subito 10 mg e se potete indicatemi uno psichiatra.

Grazie e un saluto.
tata
 
Messaggi: 9
Iscritto il: gio nov 28, 2019 10:13 am


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron