En o rivotril

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Re: En o rivotril

Messaggioda admin » lun mar 27, 2023 9:26 pm

Potrebbe non essere il Rivotril la causa del tuo nervosismo.
Non abbiamo idea del livello che possa avere raggiunto tale "nervosismo". Se ti sembra di far fatica a controllarlo cerca aiuto da uno psicoterapeuta.
Se il Rivotril lo scali con la dovuta gradualità non avrai alcun problema (e nemmeno sintomi residui).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4479
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » mar mar 28, 2023 8:00 am

admin ha scritto:Potrebbe non essere il Rivotril la causa del tuo nervosismo.
Non abbiamo idea del livello che possa avere raggiunto tale "nervosismo". Se ti sembra di far fatica a controllarlo cerca aiuto da uno psicoterapeuta.
Se il Rivotril lo scali con la dovuta gradualità non avrai alcun problema (e nemmeno sintomi residui).


La prima volta che lo presi 3 anni fa l’avevo assunto per 5 mesi e scalato in 8 a 1/4 di gc senza problemi, feci uno scalaggio anche troppo lento rispetto al tempo di assunzione ma volevo in ogni modo evitare di sviluppare tolleranza nel caso in cui avessi dovuto riassumerlo in futuro.

Questa volta l’ho assunto per 8 mesi e ho previsto uno scalaggio pari al tempo di assunzione, quindi 8 mesi a 1/4 di gc ogni 7 giorni fino a 4gc, può andare?

Quando sarò a 4gc di quanto dovrò rallentare ?
Andrò a 1/4 di gc ogni 10 giorni fino alla fine o dovrò dilatarlo ancora di piu ?
Grazie
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda admin » mar mar 28, 2023 1:06 pm

Fino a 5 gocce puo' andare bene togliere 1/4 di goccia a settimana.
Al di sotto di quel dosaggio conviene che togli 1/4 di goccia ogni 12 giorni.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4479
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » mar mar 28, 2023 5:56 pm

admin ha scritto:Fino a 5 gocce puo' andare bene togliere 1/4 di goccia a settimana.
Al di sotto di quel dosaggio conviene che togli 1/4 di goccia ogni 12 giorni.

Ok grazie, così facendo la durata complessiva dello scalaggio si allungherà a 10 mesi ma se mi consigliate così seguirò quello che mi dite
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » mer mar 29, 2023 9:23 am

Avrei una curiosità che non riguarda me ma a livello generale.
La durata dello scalaggio deve essere proporzionale al tempo di assunzione o varia anche in base al dosaggio assunto ?
Ad esempio, se invece di 10gc al giorno per 8 mesi ne avessi assunte 20, il tempo di durata dello scalaggio sarebbe raddoppiato ?
Grazie
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda admin » mer mar 29, 2023 4:55 pm

Si, esatto. Il tempo di scalaggio sarebbe maggiore (quasi raddoppiato).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4479
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » sab set 23, 2023 12:09 pm

Suddividere gli step di scalaggio in dosi inferiori a 1/4 di goccia può avere senso in ottica di percepire meno lo scalaggio?

Mi spiego meglio :
versando 10 gocce di rivotril in 250ml di acqua per ogni 0.5ml prelevati (quindi l’intera siringa da insulina ) si hanno 0,002mg di farmaco , la goccia sarebbe divisa in 8 e non in 4 per cui mantenendo gli step di scalaggio ogni 7 giorni si andrebbe a scalare mezza goccia al mese invece di una.

Si può ottenere un risultato simile con il metodo classico della siringa dilatando gli step di scalaggio a 14 giorni invece di 7 ma ciò che cambia é la gradualità di ogni step, con il metodo che ho descritto i salti di dose sono ancora più piccoli e “in teoria” meno percepibili.
Ha senso o parliamo del nulla ?
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda admin » mar set 26, 2023 5:13 pm

Ha senso. L'unico problema è che il Rivotril è una sospensione e non una soluzione (quindi è tutto da vedere se riesci a diluirlo bene in acqua...).
Potrebbe essere un po impreciso, ma puoi provare...
Prendendolo invece con la siringa direttamente dal flacone si riesce a dosare con una risoluzione fino ad 1/4 di goccia. Di piu' non si riesce.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4479
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » mer set 27, 2023 10:39 pm

admin ha scritto:Ha senso. L'unico problema è che il Rivotril è una sospensione e non una soluzione (quindi è tutto da vedere se riesci a diluirlo bene in acqua...).
Potrebbe essere un po impreciso, ma puoi provare...
Prendendolo invece con la siringa direttamente dal flacone si riesce a dosare con una risoluzione fino ad 1/4 di goccia. Di piu' non si riesce.

Non ci avevo pensato , hai perfettamente ragione , penso che continuerò con la siringa a questo punto
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » lun ott 09, 2023 12:49 pm

Avrei bisogno del vostro parere

-se non erro minore è il tempo di assunzione e minore è la dipendenza che si sviluppa al farmaco e siccome lo scalaggio è comunque un assunzione, se da un lato farlo lento rende la discesa più gestibile dall’altro ne prolunga l’assunzione, una discesa lenta ha il solo scopo di far percepire meno l’astinenza o serve anche ad evitare eventuali problematiche derivanti da una interruzione troppo brusca? In sostanza ammesso di riuscire a reggere i sintomi di astinenza, scalare il farmaco velocemente ha rischi particolari?

-assumo 2 dosi a 12 ore di distanza e durante lo scalaggio le sto riducendo di pari passo per non creare squilibri, partendo da 4+6 ad oggi sono arrivato a 2+3, avrebbe senso scalare fino a zero le 2 gocce del mezzogiorno lasciando le 3 serali per ultime così da evitare possibile insonnia?

-vi risulta che terminato lo scalaggio possa servire tempo perché il corpo rientri “alla normalità “?
In sostanza tolta l’ultima goccia saranno complessivamente 2 anni di assunzione compresi di scalaggio, è lecito aspettarsi di attraversare un periodo più o meno lungo di riadattamento/disagio una volta terminata la riduzione?

Grazie e scusate per le tante domande
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Re: En o rivotril

Messaggioda admin » lun ott 16, 2023 2:00 pm

E' difficile dare una risposta alle tue domande.
Il principio di base è che piu' lento è lo scalaggio, meno sono i rischi di ricaduta. Poi ogni caso è a se.
Anche appena dopo la fine dello scalaggio puo' occorre ulteriore tempo per adattarsi bene.
Sconsigliamo invece di squilibrare il dosaggio tra mattina e sera (le due somministrazioni devono essere tenute il piu' possibile equilibrate !!!).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 4479
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: En o rivotril

Messaggioda Francesco777 » mar ott 17, 2023 1:30 pm

admin ha scritto:E' difficile dare una risposta alle tue domande.
Il principio di base è che piu' lento è lo scalaggio, meno sono i rischi di ricaduta. Poi ogni caso è a se.
Anche appena dopo la fine dello scalaggio puo' occorre ulteriore tempo per adattarsi bene.
Sconsigliamo invece di squilibrare il dosaggio tra mattina e sera (le due somministrazioni devono essere tenute il piu' possibile equilibrate !!!).

Grazie, quindi diciamo che scalare velocemente di per se non ha effetti collaterali, una persona può regolarsi in base a quanto riesce a tollerare gli effetti di astinenza derivanti da una riduzione veloce, voi consigliate sempre una discesa lenta solo per evitare che il paziente si trovi ad avere sintomi di astinenza per lui intollerabili e tali da impedirgli di non riuscire a proseguire con la riduzione, ho capito bene ?
Francesco777
 
Messaggi: 52
Iscritto il: ven set 27, 2019 7:29 am

Precedente

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron