Dismissione SSRI

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » sab ago 24, 2019 11:54 am

Buongiorno, cercherò' di esporre la mia storia con gli psicofarmaci in maniera breve ma esaustiva. Per problemi d'ansia generalizzata/depressione, 9 anni fa iniziai ad assumere 20 mg di cipralex al giorno, questa terapia l'ho mantenuta per circa 7 anni con risultati positivi, dunque con lo psichiatra concordammo un progressivo scalaggio al termine del quale però ebbi una forte ricaduta. Incominciai cosi ad assumere sotto prescrizione di un'altra psichiatra 20 mg di sereupin al giorno, farmaco che prendo oramai da 2 anni che però a differenza del cipralex non mi ha arrecato i benefici sperati anzi.. Dunque sempre su prescrizione medica sono circa nove mesi che sto scalando la paroxetina mediante stiliden in gocce. Da nove mesi a questa parte ho raggiunto 10 gocce al giorno ma non sto bene purtroppo, quindi non so come muovermi in questa situazione.
Voi cosa mi consigliereste? Ho 30 anni sono alto 178 cm per 86 kg e riassumendo ho assunto 20 mg di cipralex da 21 a 28 anni e 20 mg di paroxetina da 28 a 30 anni.
Attendo risposte, grazie
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » dom ago 25, 2019 11:09 pm

Oggi ho pagato la quota, desidero una risposta
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda admin » mar ago 27, 2019 12:35 am

Gli errori commessi sono i seguenti:
1) I farmaci psichiatrici conferiscono forte dipendenza e devono quindi essere ridotti con estrema gradualita' (molto piu' gradualmente di come li hai ridotti tu !)
2) L'Escitalopram e la paroxetina sono due farmaci psichiatrici da NON utilizzare, in quanto hanno un basso effetto noradrenergico (ovvero aumentano la serotonina senza aumentare la noradrenalina, e quindi causano una sorta di squilibrio recettoriale a cui il cervello fatica ad adattarsi... la conseguenza e' che si hanno effetti collaterali maggiori e maggiore dipendenza)
3) Quando si incorre in una crisi psichiatrica e' corretto curarsi riaumentando il dosaggio di SSRI, ma in genere il dosaggio deve essere maggiore e NON minore !!! e.g. 20 mg di Cipralex corrispondono a 40 mg di paroxetina !!! Ergo, nel passare da Cipralex a Sereupin

SOLUZIONE
150-200 mg di Sertralina per almeno 9 mesi
5 gocce ogni 12 ore di Clonazepam per circa un mese e poi ridurre con gradualita' in circa 3 mesi ulteriori
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » mar ago 27, 2019 1:41 am

Grazie per la risposta, ho dimenticato di riportare un dettaglio importante, la sostituzione di 20 mg di cipralex con 20 mg di paroxetina mi è stata prescritta poiché il cipralex mi ha causato un iper-prolattinemia, in seguito alla quale su consiglio endocrinologico mi sono sottoposto ad un intervento chirurgico di asportazione bilaterale delle ghiandole mammarie. Passando così al sereupin oltre a non esser mai stato bene, la prolattina è rimasta alta, quindi direi che sia stato un errore prescrivermi tale farmaco. Ora, essendo la sertralina un SSRI, ad una dose di 150-200 mg giornalieri, non rischierei di andare incontro ad un incremento massiccio di prolattina? E se si, esisterebbe la possibilita' di togliere la paroxetina ricorrendo ad un farmaco che non sia un SSRI e che dunque non abbia fra gli effetti collaterali l'iper-prolattinemia al quale io sembro essere vulnerabile?
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » mar ago 27, 2019 5:55 pm

I valori di prolattina delle ultime due analisi sono i seguenti:
Marzo 2018: 114 ng/ml
Giugno 2019: 132 ng/ml
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » mar ago 27, 2019 11:24 pm

Avrei l'urgenza di un vostro parere a riguardo per favore
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda admin » mar ago 27, 2019 11:44 pm

Alcuni farmaci psichiatrici possono causare un aumento della prolattina: per esempio gli antipsicotici.
Fai uso di altri farmaci oltre quelli elencati ?
Gli SSRI non causano un forte aumento della prolattina, anche se alcuni casi di aumento della prolattina sono riportati nella letteratura.
Come fai ad essere cosi' sicuro che sia stato il Cipralex ad aumentarti la prolattina ? Ci possono essere anche altre cause.
A che valori hai i vari ormoni della tiroide ?
Che dice l'endocrinologo ? Come mai hai esportato le ghiandole ?

Potresti anche descrivere meglio come si sono evoluti i sintomi negli ultimi due anni e anche negli ultimi mesi ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » mer ago 28, 2019 9:37 am

Salve, no non faccio e non ho mai fatto uso di altri farmaci psichiatrici oltre agli SSRI.
L' iper-prolattinemia dipende quasi certamente dagli SSRI che ho assunto negli ultimi anni perchè su prescrizione endocrinologica mi sono sottoposto due mesi fa sia ad una TAC all'ipofisi che non ha rivelato alcuna anomalia, sia attraverso le analisi del sangue al test dei tre valori tiroidei, i quali risultano nel range di normalità:
FT3 = 2,65
FT4 = 0,81
TSH = 2,41
Presi coscienza dell'aumento della prolattina quattro anni fa quando ero nel pieno della terapia con il cipralex (20 mg al giorno), notai infatti una pronunciata ginecomastia bilaterale, dunque mi sottoposi a visita endocrinologica, feci le analisi e la prolattina risultò molta alta. Su consiglio dell'endocrinologo il quale mi disse che il tumore alla mammella nell'uomo è raro ma non impossibile, asportai chirurgicamente gli organi effettori ovvero le ghiandole mammarie.
L'endocrinologo ha sempre espresso il suo consiglio di eliminare gli SSRI, poichè alla luce dei vari esami effettuati che escludono altre cause, l'incremento di prolattina è legato ad essi, così tentai di togliere il cipralex ma ebbi una ricaduta che mi costrinse a riniziare una terapia con il sereupin, farmaco che assumo da tre anni.
Per quanto riguarda l'evoluzione dei sintomi negli ultimi due anni, facendo un paragone tra cipralex e paroxetina, posso dire che con il cipralex ho ottenuto buoni risultati sul versante ansioso-depressivo, mentre con la paroxetina non ho mai trovato un equilibrio, da quando la assumo ansia e agitazione sono state una costante e da quando nove mesi fa ho iniziato lo scalaggio, la situazione è degenerata, ad ogni abbassamento di dose sono sempre corrisposti sintomi spiacevoli, come forti attacchi d'ansia, pensieri ossessivi, precoci risvegli mattutini, iper-sensibilità agli stimoli esterni con conseguente irrequietezza, facile irritabilità e giorni in cui non ho nemmeno la forza di alzarmi dal letto perchè mi sento deprivato di ogni energia.
Ho seguito anche un percorso di terapia cognitivo-comportamentale durato tre anni, secondo lo psicoterapeuta ho una personalità a base ansiosa che mi porta all'evitamento e quindi alla depressione. Il mio problema è sempre stato l'ansia incentrata soprattutto nella sfera sociale, con abbassamento del tono dell'umore come manifestazione secondaria.
Al momento mi sento in un vicolo cieco, infatti assumendo solo 10 gocce al giorno di stiliden sto subendo esclusivamente gli effetti negativi del farmaco, senza il minimo beneficio e non so come muovermi perchè mi sembra di aver compreso che, se non prendo farmaci sto male e la prolattina resta comunque alta perchè vivo preda di un forte stress psicologico, se prendessi dosi alte di un qualsiasi SSRI, la prolattina resterebbe sempre alta e probabilmente anche di più.
Potrebbe essere una plausibile strada quella di provare a togliere molto lentamente lo stiliden, introducendo come supporto l'EN o il Rivotril oppure introducendo un farmaco alternativo come il Pregabalin, farmaci cioè che non abbiano come possibile effetto collaterale l'aumento di prolattina?
Attendo vostre indicazioni, grazie
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda admin » mer ago 28, 2019 11:17 am

Come stai ora ? Che sintomi hai ? Dormi la notte ?
In quanto tempo hai portato la paroxetina da 20 mg a 5 mg ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » mer ago 28, 2019 1:31 pm

Ora non sto bene, i sintomi sono quelli che vi ho scritto nel messaggio precedente, esco poco, ho spesso forti attacchi d'ansia, pensieri ossessivi, dormo ma non riposo bene infatti mi sveglio scarico e la mattina è la parte della giornata più difficile, iper-sensibilità agli stimoli esterni con conseguente irrequietezza, facile irritabilità, nervosismo costante e ci sono dei giorni in cui non ho nemmeno la forza di alzarmi dal letto perchè mi sento sfinito.
La paroxetina l'ho portata da 20 mg a 5mg in nove mesi, ho iniziato lo scalaggio a fine novembre 2018, in realtà lo psichiatra me l'avrebbe voluta far scalare in molto meno tempo ma io mi sono opposto perchè ho già avuto un'esperienza negativa di scalaggio del cipralex in tempi abbastanza brevi, dunque ci siamo accordati per una riduzione un pò più dilatata nel tempo.
Comunque credo sia giusto togliere il sereupin visto che quando ne prendevo 20 mg non stavo poi molto meglio di adesso.
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda admin » mer ago 28, 2019 10:07 pm

Comincia ad assumere 5 gocce di clomazepam ogni 12 ore
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » gio ago 29, 2019 1:26 am

Quindi dovrei assumere 5 gocce di rivotril ogni 12 ore mantenendo lo stiliden a 5 mg giornalieri?
Il mio ultimo psichiatra mi ha prescritto a maggio scorso il pregabalin come ausilio per lo scalaggio della paroxetina ma non ho mai iniziato a prenderlo, con l'eventuale prospettiva di introdurre la fluoxetina a dosaggi medio-alti. Ne ho parlato col medico di famiglia ma lui è discorde perchè dice che la il prozac con ogni probabilità mi peggiorerebbe l'ansia e mi aumenterebbe la prolattina. In ogni caso il medico di famiglia non può prescrivermi psicofarmaci, dovrei dunque passare prima per uno psichiatra se volessi iniziare col rivotril, voi avreste delle referenze di psichiatri da indicarmi nella mia zona?
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda admin » gio ago 29, 2019 12:32 pm

Il fatto che ti si sia alzata la prolattina dopo 2 o 3 anni di Cipralex non e' una prova certa che il Cipralex sia l'unica causa di questo.
Per esempio potrebbe anche essere che ti sarebbe alzata comunque anche senza Cipralex. Concordiamo pero' che è ovviamente possibile che il Cipralex possa essere una concausa (il problema è che non è facile capire quanto !!! anche perché ci possono essere effetti di accumulo e decumulo... e.g. domani togli gli SSRI e la prolattina ti si abbassa tra 6 mesi)
Inoltre, anche lo stesso stress puo' essere una concausa all'innalzamento della prolattina !
Anche la dieta puo' impattare sulla prolattina !!


Si potrebbe provare a tenere i 5 mg di paroxetina ma cominciare a sedare con il Clonazepam (in modo da ridurre lo stress) e contemporaneamente effettuare una dieta che supporti la riduzione della prolattina (per questo consulta anche l'endocrinologo).
Quindi tra un mese ritestare i valori e vedere se c'e' una diminuzione della prolattina.

L'unica alternativa agli SSRI è sedare (principalmente con il Clonazepam o alternativamente con il trittico).
In genere e' un approccio piu' sconveniente che riaumentare gli SSRI.
L'ideale sarebbe cercare di capire se sono veramente solo gli SSRI che ti fanno alzare cosi tanto la prolattina o magari se ci sono altri componenti non genetici (dieta, stress o altri). Una volta che hai una risposta a questo puoi decidere se effettivamente possa convenire evitare l'uso degli SSRI oppure no.

Ti contattiamo in privato per quanto riguarda lo psichiatra.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » gio ago 29, 2019 1:50 pm

Grazie per la risposta, in effetti potrebbero essere molteplici i fattori che incidono sull'iper-prolattinemia ed è questo il problema.. Proverò a seguire le vostre indicazioni sperando di ottenere dei miglioramenti in questa difficile situazione.
Al prossimo aggiornamento, buona giornata
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Re: Dismissione SSRI

Messaggioda Nas.89 » gio ago 29, 2019 2:03 pm

Vorrei farvi un'altra domanda, circa 12 anni fa, quando avevo 18 anni, in concomitanza con l'esordio delle prime importanti manifestazioni d'ansia che mi spinsero ad iniziare il primo percorso di psicoterapia, feci degli esami perchè avevo anche dei fastidi intestinali e mi venne diagnosticata la sindrome da colon irritabile, ho sentito dire che gli SSRI hanno un effetto benefico sul colon irritabile, è vera questa cosa?
Nas.89
 
Messaggi: 25
Iscritto il: sab ago 24, 2019 11:02 am

Prossimo

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti