Dismissione paroxetina in gravidanza

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Dismissione paroxetina in gravidanza

Messaggioda Lady disaster » gio set 13, 2018 6:29 am

Riassumo brevemente la mia storia: da dicembre 2008 a dicembre 2013 ho assunto enfant 15 mg per un disturbo ossessivo compulsivo. Sospeso in un mese e mezzo in quanto rimasta incinta.

Luglio 2015 a seguito di una depressione post Paestum (ma che avrebbe potuto essere invece una crisi a seguito della velocissima riduzione) mi viene prescritta paroxetina 20 mg.

Sono stata senza farmaci pertanto per 18 mesi, neanche a dirlo 18 mesi di inferno.

A ottobre 2016 inizio a scalare fino a scendere a 7 mg nel mese di luglio 2017. Diciamo che fino ai 10 mg è andato tutto bene. Poi ho iniziato a stare male, umore depresso, nervosismo, voglia di piangere, e quindi risalgo a 10 poi a 15 e da settembre-ottobre 2017 20 mg con intenzione di iniziare a sospendere in primavera-inizio estate una volta stabilizzatami.

A luglio 2018 scopro di essere incinta. Telefono al.centro di salute mentale della mia città per chiedere se questa volta posdo continuare ad assumere la terapia. Divieto assoluto nel primo trimestre, eventualmente dal quarto mese mi dicono che si può assumere qualche benzodiazepina per gli effetti da sospensione (cosa di cui vorrei fare a meno visto che ho già una dipendenza da curare, vorrei evitare altre sostanze).

Sospendo il farmaco in 08 giorni...il primo mese bene a parte delle scosse alle orecchie ma tutto sommato credevo peggio.

Non l'avessi mai detto: dal secondo mese umore altalenante verso il basso, nervosismo a mille, formicolio e dolore alle gambe, insonnia, inappetenza, apatia, me ne starei seduta sul divano on a letto a guardare il soffitto tutto il giorno, una vita che così non si può vivere.

Il parto è previsto per il 06 marzo 2019. Adesso mi Chiedo cosa devo fare. Vorrei provare con l'agopuntura per evitare di prendere i farmaci fino al parto, visto che vado a giornate, alcuni giorni pessimi, altri cosi cosi e riesco a campare in qualche modo.

Ma sicuramente appena partorito dovrò riassumere nuovamente antidepressivi. La mia domanda è: continuare con paroxetina che comunque mi ha rimesso al mondo e l'ho ben tollerata o a questo punto visto che comunque l'ho sospesa farmi prescrivere come voi consigliate la setralina? Resto sul farmaco conosciuto dal mio corpo o rischio con un farmaco che seppur migliore dal vostro punto di vista, per me nuovo e quindi non so se potrebbe andare bene?

Con la paroxetina sono sicura di tirarmi su e di rimettermi in carreggiata senza grossi effetti collaterali...al limite con enfant anche so che ha funzionato...non bene come paroxetina ma comunque ha fatto il.suo dovere...mi spaventa dover assumere una nuova molecola...

E il dosaggio che avevo prima basterà?

Ultima domanda: faccio bene ad aspettare o sarebbe meglio valutare di nuovo assunzione di farmaco anche adesso che sono al quarto mese...magari non la paroxetina ma un farmaco meglio tollerato in gravidanza?

Grazie delle risposte. Ho 43 anni.
Lady disaster
 
Messaggi: 27
Iscritto il: mer mag 13, 2015 7:23 am

Re: Dismissione paroxetina in gravidanza

Messaggioda Lady disaster » gio set 20, 2018 3:47 am

Ho telefonato al Telefono Rosso Gravidanza del Policlinico Gemelli dimRoma e al Centro Tossicologico dell'ospedale Careggi di Firenze, due centri che studiano l'impatto di farmaci sul feto e neonato. Mi hanno rassicurato sul loro uso in gravidanza con l'accortezza di sospenderlo due settimane prima del parto per minimizzare i rischi seppur transitori di una crisi di astinenza al bambino. Mercoledì vado dalla psichiatra e venerdì dalla ginecologa e vediamo cosa ne dicono loro. I due centri confermano che le due molecole di.prima scelta in gravidanza sono la setralina e l'escitalopram...e che appunto a bassi dosaggi i rischi non sono maggiori rispetto a chi non assume farmaci in gravidanza. Solo la paroxetina si è rivelata, se assunta nei primi tre mesi, legata a maggiore rischio teatrogeno e rischi cardiaci. Io ormai sono quasi al quinto mese e non prendo più paroxetina da due mesi e 10 giorni. Secondo voi a parità di efficacia è meglio assumere 10 mg di escitalopram o 50 mg di setralina? Psicologicamente mi sentirei più tranquilla ad assumere il minor quantitativo di farmaco e quindi i 10 mg rispetto ai 50 mg che mi sembrano un'enormità, anche se in tutti e due i centri mi è stato detto che il dosaggio della setralina a 50 mg è da considerarsi basso. Eventualmente dopo il parto passare alla setralina. Vorrei anche un Vostro gentile parere.
Lady disaster
 
Messaggi: 27
Iscritto il: mer mag 13, 2015 7:23 am


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti