Ansia generalizzata e terapia

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » lun giu 05, 2017 2:38 pm

Ciao sono Giulietta, ho 29 anni. Racconto la mia storia:

Da adolescente ho avuto qualche attacco di panico, anche se sono finita in pronto soccorso, nulla di grave.
La mia vita è continuata senza episodi d'ansia fino a 5 anni fà. Nei momenti in cui si sommavano troppe ore di lavoro mi venivano attacchi di panico in macchina ed in treno. Tutto smetteva quando il lavoro andava a scemare.

Settembre 2015 a seguito di un periodo di fortissima pressione lavorativa gli attacchi di panico sono tornati e mai così forti così decisi di recarmi da uno specialista il quale mi prescrisse il citalopram. Riuscii ad assumerlo per breve periodo ( una settimana) perchè mi faceva battere il cuore in maniera disumana.
In concomitanza iniziai a soffrire di ansia generalizzata fortissima, la quale mi costrinse a lasciare il posto di lavoro e mi fece barricare in casa.
Fu allora che lo specialista mi prescrisse il sereupin prima mezza compressa poi una.
Io non feci cosi, inizia con un quarto e mi stabilizzai su mezza. Nel giro di un mese l'ansia calò molto, dopo due mesi tornavo pian piano alla mia vita, sempre meglio.
Nel frattempo smisi di andare dallo specialista perchè mi sentivo bene.

Marzo 2017 stando cosi bene quest'anno è partito con buoni propositi così da 'autodidatta' mi sono cimentata a limitare l'uso di sereupin, passando da mezza pastiglia ad un quarto. Tutto bene per tre mesi salvo la prima settimana durante la quale avevo un senso di vertigini.
Ma settimana scorsa è riiniziato tutto. Primo campanello d'allarme un attacco di panico alla guida, successivamente ritorno di ansia generalizzata molto forte.
Sabato mi sono recata cosi dallo specialista il quale mi ha consigliato di ri-assumere una compressa intera.
Ho iniziato questa mattina.

Ma allora non sono guarita. Che amarezza. Che è servito prendere tutte quelle mezze pastiglie se adesso dopo un anno e mezzo sono di nuovo al punto di partenza?
Tra l'altro credo di avere forti somatizzazioni perchè ho sempre nausea e non mangio più, ho sempre tachicardia, ho caldo poi ho freddo, mi tremano e sudano le mani... poi ho il terrore di rimanere sola in casa ma convivo ed il mio ragazzo lavora...boh che vita!
Tornerà il sereupin a farmi effetto o dovrò passare il resto della mia vita cosi?

Grazie spero tantissimo in una risposta, ho trovato il sito cercando in internet storie analoghe e qui mi si apre un mondo. Grazie giulietta
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mar giu 06, 2017 2:47 pm

Giulietta1988 ha scritto:Ciao sono Giulietta, ho 29 anni. Racconto la mia storia:

Da adolescente ho avuto qualche attacco di panico, anche se sono finita in pronto soccorso, nulla di grave.
La mia vita è continuata senza episodi d'ansia fino a 5 anni fà. Nei momenti in cui si sommavano troppe ore di lavoro mi venivano attacchi di panico in macchina ed in treno. Tutto smetteva quando il lavoro andava a scemare.

Settembre 2015 a seguito di un periodo di fortissima pressione lavorativa gli attacchi di panico sono tornati e mai così forti così decisi di recarmi da uno specialista il quale mi prescrisse il CIPRALEX (NON CITALOPRAM, SCUSATE HO FATTO CONFUSIONE)
Riuscii ad assumerlo per breve periodo ( una settimana) perchè mi faceva battere il cuore in maniera disumana.
In concomitanza iniziai a soffrire di ansia generalizzata fortissima, la quale mi costrinse a lasciare il posto di lavoro e mi fece barricare in casa.
Fu allora che lo specialista mi prescrisse il sereupin prima mezza compressa poi una.
Io non feci cosi, inizia con un quarto e mi stabilizzai su mezza. Nel giro di un mese l'ansia calò molto, dopo due mesi tornavo pian piano alla mia vita, sempre meglio.
Nel frattempo smisi di andare dallo specialista perchè mi sentivo bene.

Marzo 2017 stando cosi bene quest'anno è partito con buoni propositi così da 'autodidatta' mi sono cimentata a limitare l'uso di sereupin, passando da mezza pastiglia ad un quarto. Tutto bene per tre mesi salvo la prima settimana durante la quale avevo un senso di vertigini.
Ma settimana scorsa è riiniziato tutto. Primo campanello d'allarme un attacco di panico alla guida, successivamente ritorno di ansia generalizzata molto forte.
Sabato mi sono recata cosi dallo specialista il quale mi ha consigliato di ri-assumere una compressa intera.
Ho iniziato questa mattina.

Ma allora non sono guarita. Che amarezza. Che è servito prendere tutte quelle mezze pastiglie se adesso dopo un anno e mezzo sono di nuovo al punto di partenza?
Tra l'altro credo di avere forti somatizzazioni perchè ho sempre nausea e non mangio più, ho sempre tachicardia, ho caldo poi ho freddo, mi tremano e sudano le mani... poi ho il terrore di rimanere sola in casa ma convivo ed il mio ragazzo lavora...boh che vita!
Tornerà il sereupin a farmi effetto o dovrò passare il resto della mia vita cosi?

Grazie spero tantissimo in una risposta, ho trovato il sito cercando in internet storie analoghe e qui mi si apre un mondo. Grazie giulietta
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mar giu 06, 2017 4:47 pm

Al bisogno lo specialista mi ha prescritto 8/10 gocce di lexotan che mi sembra non abbiano azione sull'ansia ma se non altro mi danno sonnolenza.

Quindi facendo un breve riassunto:



Metà settembre 2015: attacchi di panico forti tutti i giorni

Fine settembre 2015: visita da specialista e prescrizione Cipralex. Durata trattamento 10 giorni (cuore troppo veloce), in concomitanza Insorgenza forte ansia generalizzata che mi ha ridotto ad un automa tremebondo ecc ecc.

9 Ottobre 2015: inizio trattamento sereupin, prima settimana un quarto, seconda settimana mezza compressa. Associato a 10/15 gocce Lexotan ogni otto ore.

Novembre 2015 : inizio ripresa e 'guarigione'.

21 marzo 2017: riduzione sereupin da mezza compressa ad un quarto. Tutto ok.

24 maggio 2017: primo attacco di panico dopo tanto.

27 maggio: ci risono dentro. L'ansia generalizzata è ancora viva. Nel pomeriggio faccio visita allo specialista il quale mi dice di assumere una compressa intera da 20mg di sereupin
La mattina dopo eseguo.

Ho gia perso un lavoro nel 2015 a causa di questa malattia. Temo per il mio futuro.
Spero che la mia situazione sia ora più chiara.

Tiroide ok esami fatti a settembre 2015
Ho 29 anni alta 1,60 peso 54 kg,ero più cicciotta la scorsa settimana.
Non mangio più da lunedì 29, ho nausea, tremo, sempre agitata, tachicardia dalla mattina alla sera, mi sento confusa, ho caldo e freddo, ecc ecc.
Non bevo e non mi drogo.

Grazie aiuto
Giulietta
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Duca » mar giu 06, 2017 10:43 pm

Ciao Giulietta, leggendo la tua storia mi sono ritrovato in molti punti.
A 50 anni primi attacchi di panico forti e depressione (settembre 2014) il neuro-psichiatra mi prescrive paroxetina e arrivo a 40 mg al dì, sto molto meglio, dopo alcuni mesi passo a 20 mg e dopo ben 15 mesi decide di sospenderlo. Ritorna la depressione e ritorna quindi anche il sereupin 1 compressa al dì, ritorno a stare bene.
Adesso dopo quasi un anno di benessere decido di mia volontà di smettere, quindi scalo molto lentamente fino ad arrivare a 1/4 di compressa ogni 2 giorni, poi più niente. I primi giorni tt ok, niente nausea o stanchezza ma dopo una settimana divento nervoso, irascibile con chiunque e adesso a 15 gg dalla sospensione sento un ansia generalizzata crescente e credo che se continua così arriverà qualche attacco e si ricomincerà.
Luca
Luca
Duca
 
Messaggi: 1
Iscritto il: ven giu 02, 2017 5:06 pm

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda admin » mer giu 07, 2017 1:45 pm

Ciao,
Hai avuto una ricaduta perchè non hai gestito la dipendenza (hai ridotto troppo velocemente).
La ricaduta, arriva ovviamente puntualmente dopo 3 mesi (in quanto occorrono 3 mesi perchè il farmaco si decumuli nel cervello).
Ora, se non stai bene nel giro di pochi giorni, occorre curare la ricaduta (ripristinando un dosaggio pieno di SSRI), ma in futuro ricordati di ridurre il farmaco seguendo le nostre scalette:
http://www.ansiafarmaci.it/scalette_riduzione.html

Inoltre noi SCONSIGLIAMO vivamente l'utilizzo della paroxetina: per fortuna esistono SSRI migliori (che causano meno dipendenza e meno effetti collaterali), per esempio la Sertralina.
Anche il Lexotan non deve essere utilizzato in psichiatria (ha un emivita troppo breve):
http://www.ansiafarmaci.it/ansiolitici.html

Questa è la cura corretta:
Sertralina 50 mg
DeLorazepam 10 gocce ogni 8 ore

La Sertralina dovrai tenerla a 50mg per almeno 8 mesi e poi potrai incominciare a ridurla molto gradualmente, seguendo le nostre scalette.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mer giu 07, 2017 4:25 pm

admin ha scritto:Ciao,
Hai avuto una ricaduta perchè non hai gestito la dipendenza (hai ridotto troppo velocemente).
La ricaduta, arriva ovviamente puntualmente dopo 3 mesi (in quanto occorrono 3 mesi perchè il farmaco si decumuli nel cervello).


Benissimo, come immaginavo, ho letto molto in questi giorni e ho subito capito che il problema stà nel tempo( troppo basso) che ho impiegato alla riduzione.

Ora immagino quindi che io mi trovi nella cosiddetta fase di 'crisi psichiatrica' giusto? Tutto tornerebbe, perchè stò all'inferno come ad inizio terapia con la differenza che all'inizio di tutto la mia ansia generalizzata era forse stata generata da una serie di attacchi di panico molto forti, un periodo di super surplus lavorativo, l'inizio e la repentina fine di trattamento con cipralex sommati agli effetti collaterali di inizio trattamento paroxetina mentre fino a 2/3 mesi fà stavo perfettamente bene e la mia vita (tra alti e bassi come accade alla gente 'normale') mi sorrideva e zero stress sotto ogni aspetto.
Confermate?

admin ha scritto:Ora, se non stai bene nel giro di pochi giorni, occorre curare la ricaduta (ripristinando un dosaggio pieno di SSRI), ma in futuro ricordati di ridurre il farmaco seguendo le nostre scalette:
http://www.ansiafarmaci.it/scalette_riduzione.html


Tralasciando solo un secondo il discorso sertralina, il dosaggio pieno di sereupin che dovrei assumere adesso è di 20mg. Corretto?

Anche se è davvero complicato decidere in che direzione svolgere, Non opterò per la sertralina adesso. È un medicinale migliore, più pulito ma non lo conosco, non sò che effetti possa avere su di me, in quanto tempo... Non posso perdere di nuovo il lavoro, ho bisogno di agire velocemente e con il sereupin ho già iniziato :
Da domenica 28 maggio 1/2 compressa
Da lunedi 5 giugno 1 compressa

la paroxetina per quanto sporca e 'gramma' possa essere è la terapia con la quale ho iniziato l'inferno e la stessa contro la quale combatterò per uscirne.
Posso sempre tenermi sertralina come seconda opzione in caso (mi auguro non accada) di seconda ricaduta.

Continuerete comunque a seguirmi se opto per il sereupin anzi che zoloft?

admin ha scritto:Anche il Lexotan non deve essere utilizzato in psichiatria (ha un emivita troppo breve):
http://www.ansiafarmaci.it/ansiolitici.html

DeLorazepam 10 gocce ogni 8 ore


Provvedo ad eliminare il lexotan, che tanto ormai non mi fa nemmeno più dormire ( stanotte non ho chiuso occhio nemmeno 3 minuti consecutivi) con Delorazepam.

Una domanda perche non citalopram? Vedo che consigliate molto più spesso il rivotril..
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mer giu 07, 2017 4:46 pm

Ciao Luca, dobbiamo uscirne! Facciamoci tanto coraggio perchè le scelte sono due: o esserne schiavi a vita oppure rimboccarsi le maniche e darsi da fare.
Ce la faremo Luca!
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » gio giu 08, 2017 2:48 pm

Poi, quando avrete tempo per rispondere anche a me, volevo gentilmente cogliere occasione per chiedervi informazione sul più valido psichiatra che conoscete. (Non ho problemi di spostamenti in tutt'italia)
Sarà una chimera, non sò, ma ,oltre che da voi, avrei desiderio di essere seguita personalmente da una persona che appoggi la vostra 'scuola di pensiero' in una cosi delicata fase.

Non so chi voi siate ma un è doveroso un enorme ringraziamento a tutto lo staff
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mar giu 13, 2017 8:29 am

Riporto all'attenzione di Admin!
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda admin » dom giu 18, 2017 2:51 pm

Ciao, Si, per lo psichiatra ti stiamo contattando in privato.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » dom giu 18, 2017 7:40 pm

No non mi è arrivato nessun mp.
Rinnovo la richiesta, se gentilmente mi riferite il contatto dello psichiatra che ritenete sia il più valido e preparato in campo dismissione paroxetina.

Grazie buona serata Giulietta
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda admin » dom giu 18, 2017 9:20 pm

Ti abbiamo scritto una mail.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » lun giu 19, 2017 8:37 am

Grazie admin.

Ora, vorrei chiarirmi le idee insieme a voi per sapere come procedere.

Premessa:
Per curare la crisi del 27 Maggio (ero scesa a 5mg, ma la dose di crociera era sempre stata 10mg)
ho riportato a 10 mg la paroxetina dal giorno dopo
e su consiglio del mio psichiatra l'ho portata a 20 mg il 5 Giugno.

Sono 15 giorni che assumo 20 mg, (23 giorni in totale contando anche gli otto giorni che ho assunto 10 mg.)
la situazione sembra piuttosto buona, ho ripreso a mangiare, gli effetti collaterali per ora riguardano solo tremori e tachicardia e l'ansia è gestibile per lo più nulla, tant'è che ho assunto lexotan da voi sconsigliatomi solo 2 volte. Faccio fatica ad addormentarmi ma quando poi dormo, dormo bene e profondamente. Non riesco a rilassarmi ma anche prima ero così quindi non mene preoccupo.

Fatto il punto della situazione i quesiti più importanti sono questi:
Ho letto attentamente il vostro protocollo tartaruga ed i relativi piani di emergenza, ( se solo l'avessi fatto prima accidenti :cry: ) scrivete che per ripristinare la crisi si deve riportare l' ssri ad una dose alta per 60 giorni per poi riportarlo alla dose di crociera in un tempo relativamente basso in quanto il cervello è adattato a quella quantità. Benissimo

1) se la situazione procede bene in teoria io posso iniziare a scalare il sereupin il 5 Agosto?
2) devo aspettare di più?
3) per riportare il farmaco a 10 mg che è sempre stata la mia dose di crociera posso seguire la vostra scaletta veloce?
4) non è che il mio cervello nel frattempo si abitua ai 20mg e la mia dipendenza si sviluppa ad una dose più elevata rendendomi ancora più complicata la dismissione?
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda admin » mar giu 20, 2017 3:52 pm

Ciao,
Non devi avere paura ad usare la Sertralina. I due farmaci sono molto simili (bloccano entrambi gli stessi recettori). Le sostituzioni è bene farle con gradualità, e tu la Paroxetina l'avevi ridotta ad una velocità assolutamente compatibile con un passaggio di farmaco. Vedi tu, volendo si puo' ancora fare.

Se invece opti per tenerti la paroxetina, un dosaggio di 20 mg è corretto per il tuo caso.

L'SSRI (paroxetina o Sertralina) dovrai poi tenerlo a dosaggio pieno per almeno 8 mesi da quando hai ricominciato a prenderlo.
Successivamente potrai incominciare a ridurlo seguendo la nostra scaletta veloce (in quanto hai meno di 5 anni di dipendenza).
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3148
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ansia generalizzata e terapia

Messaggioda Giulietta1988 » mer giu 21, 2017 8:50 am

Non mela sento perchè dopo la crisi inizio a stare bene! Ieri ho guidato 6 ore in autostrada senza problemi e questo PER ME dice tutto.
Poi di sicuro i prossimi giorni avrò oscillazioni eccetera anche se spero che il farmaco si stia accumulando velocemente dato che è a 20mg.

Il passaggio a sertralina implicherebbe, da quel che ho letto in altre testimonianze, almeno due-quattro mesi di sofferenza. Non melo posso permettere perche 99 su 100 perderei il lavoro.

Continuo con il sereupin a 20mg e da Febbraio 2018 inizio la scaletta veloce.

Mi sembrano davvero tanti otto mesi.... mi spaventano, così come mi spaventa una dose così alta per così tanto tempo...
Non c'è davvero modo di iniziare a ridurre prima?

(Non ho fretta di ridurre la paroxetina, avevo già preventivato di passare alla scaletta lenta una volta arrivata a 10mg! Ripeto, potrei anche impiegare 6 anni, non mi interessa perchè non posso avere figli. Anzi più volte mi sono anche convinta del fatto che avrei potuto tenerla per sempre. Però tenendo conto del mio carattere non proprio arrendevole mi sono imposta di provare. È la dose alta che non mi piace. 20mg sono tantissimi.)
Giulietta1988
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 05, 2017 9:20 am

Prossimo

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti