Passaggio da Cipralex a Zoloft

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda gaelimoni » ven giu 05, 2015 9:25 am

Buongiorno,

5 anni fa feci una cura per ansia con Cipralex ( 10 mg ) , funzionò molto bene, dopo c.ca 1 anno e mezzo di cura scalai e non ebbi problemi.
la cura prevedeva anche un lorans da1 mg la sera prima di dormire, quello non sono riuscito a toglierlo fino a poco fa..e di questo parlerò alla fine
A causa di un piccolo intervneto chirurgico fatto quest'anno ho nuovamente risentito i sintomi dell'ansia con insonnia ecc ecc.
ho deciso quindi ( sempre sotto controllo del neuropsichiatra ) di riprendere la cura di Cipralex, ma dopo c.ca 6 mesi di cura ( 3 da 5mg e 3 da 10 g ) non c'è stato verso,
il farmaco non ha più fatto effetto. ho deciso quindi di iniziare lo scalaggio ed ora sono a 7 mg ( le 3 gcc le ho scalate in c.ca 1 mese )
con il dottore stiamo valutando un'altra molecola, lui mi diche che si possono assumere contemporaneamente entrambe : menre l'una sale l'altra scende :
prima domanda : qual'è il vostro parere in merito ?
seconda domanda : la molecola in questione è lo Zoloft, io sono molto sensibile ai tempi iniziali della cura e quindi salgo sempre molto piano, con il cipralex per esempio andavo ad 1 gcc a settimana.al mio stato attuale come vedreste l'integrazione ?
ed infine questione Lorans, brutta bestia da eliminare, ci ho messo una vita a passare ad altra molecola EN ed al momento sto assumendo 1 mg la sera prima di dormire, ma leggevo che potrei nuovamente andare incontro alla tolleranza...cosa suggerite ?

al momento avverto ansia al risveglio e più resto a letto più monta.... ( ricordo che assumo ancora 7 mg di ciprlaex e 1 mg di EN )

sono un'uomo di 40 anni e peso 70 Kg
grazie
gaelimoni
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio giu 04, 2015 7:04 pm

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda admin » ven giu 05, 2015 1:31 pm

Quanto Lorans prendevi ? Come l'hai sostituito con l'EN ?

Il Cipralex non c'entra proprio nulla. Anche lo Zoloft e' un ottimo farmaco, ma nel tuo caso non vale certamente la pena sostituire il Cipralex con lo Zoloft (sono entrambi ottimi farmaci, e sono quasi identici l'uno con l'altro. Sarebbe semplicemente una operazione inutile).
Ti suggeriamo quindi di riportare il Cipralex a 12 gocce (ovvero 12 mg).
L'ansia che percepisci al mattino e' probabilmente dovuta a una scorretta gestione delle benzodiazepine.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3919
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda gaelimoni » ven giu 05, 2015 3:40 pm

Buonasera,

prendevo 1 mg di Lorans e l'ho sostituito con 1 Mg di EN la sostituzione è avvenuta in modo graduale prendendo 1 mg di EN con 1/2 cp di Lorans poi 1/4 di compressa di Lorans poi 1/8 di compressa di lorans il tutto in c.ca 1 mese

mi spiega cosa vuol dire che il cipralex non centra proprio nulla ? non centra con cosa ? con il fatto che non mi fa più effetto ? perchè il dato dopo 6 mesi è questo, poi magari ho capito male io....

grazie per la sua risposta
gaelimoni
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio giu 04, 2015 7:04 pm

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda admin » ven giu 05, 2015 6:05 pm

Significa che bloccare i recettori del riassorbimento della serotonina (usando qualsiasi SSRI in commercio), potrebbe non essere sufficiente. Per guarire devi anche sistemare un po' meglio le benzodiazepine.

Per prima cosa il dosaggio delle benzodiazepine DEVE essere costante in tutte le 24 ore della giornata.
Questo significa che vanno prese in ben 3 assunzioni giornaliere (e non solo la sera). Altrimenti rischi di acquisire sempre maggiore tolleranza.

Ti suggeriamo di operare in questo modo:
Cipralex 12 gocce al giorno
Clonazepam 2 gocce ogni 8 ore
EN 5 gocce ogni 8 ore
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3919
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda gaelimoni » ven giu 05, 2015 6:44 pm

mi suggerite di prendere 2 differenti benzodiazepine e di aumentare sia EN che ciprlaex ?
gaelimoni
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio giu 04, 2015 7:04 pm

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda admin » ven giu 05, 2015 8:14 pm

No,
L'EN ti suggeriamo di diminuirlo ( 1 mg di EN corrisponde a 26 gocce ). Noi ti suggeriamo di prenderne solo 15 al giorno (da dividere in 3 somministrazioni, una ogni 8 ore).
Il Clonazepam e' più' pulito dell'EN come benzodiazepina (stanca di meno, seda meglio l'ansia e ha un potenziale di abuso minore). Pero' ha lo svantaggio di essere venduto in un formato più' concentrato (1 goccia di Clonazepam e' equivalente a 5 gocce di EN).
Dato che hai una dipendenza di 5 anni da una dose, seppur lieve, di lorazepam somministrato alla sera, tenderemmo a suggerirti di tenerti lo stesso un pochino di EN (in modo da poterlo poi ridurre con molta gradualità' dopo che avrai tolto il Clonazepam). In questo modo evitiamo anche di doverti fare un passaggio a Clonazepam (diciamo che nel tuo caso un mezzo passaggio dovrebbe essere la soluzione ottimale).

Dato che hai anche preso il Cipralex per diversi mesi, non e' il momento di toglierlo (dato che ancora non stai bene ). Conviene invece aumentarlo a 12 gocce per almeno 3 ulteriori mesi (per essere sicuri che abbia effetto bene, dati anche i tuoi 70 kg).
Se vuoi invece sostituirlo con lo Zoloft non abbiamo nulla in contrario, in quanto lo Zoloft e' anche lui un ottimo farmaco (ma dal nostro punto di vista tale operazione e' perfettamente inutile). Non e' un errore e non dovrebbe avere nessuna conseguenza negativa (pur di fare il passaggio con gradualità').
admin
Site Admin
 
Messaggi: 3919
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Passaggio da Cipralex a Zoloft

Messaggioda gaelimoni » gio set 10, 2015 10:44 am

>Buongiorno, mi rifaccio vivo....

alla fine ho sostituito il cipralex con la sertalina ( lo zoloft non si trova ) ho iniziato il 16 luglio con 25 mg sono passato dopo 15 gg a 50 mg poi a 75 e ora a quasi due mesi dall'assunzione a 100 mg.....ma ho avuto gli stessi risultati del cipralex..cioè quasi nulla....il dottore che mi segtue dice che a distanza di 2 mesi dovrei sentire gli effetti benefici del farmaco, ci vedremo la settimana prossima, credo che voglia togliermelo...ho quindi due domande per voi

1) avendolo assunto per 2 mesi in quanto tempo dovrei scalarlo ?
2) pensate che ci siano ancora margini affinchè faccia effetto o alle luce di quanto scritto sopra ? ci devo mettere una pietra sopra ?

grazie
cordiali saluti
gaelimoni
 
Messaggi: 4
Iscritto il: gio giu 04, 2015 7:04 pm


Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti