Ricaduta.

Gli utenti del sito possono usare liberamente questo forum per scambiarsi esperienze ed opinioni.

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » lun lug 06, 2015 11:54 pm

Ciao Cyblade,
Bene, ok.
Direi che puoi ridurre il Clonazepam 1 goccia ogni 7 giorni fino a 5 gocce e poi 1 goccia ogni 12 giorni fino a zero.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » mar lug 07, 2015 1:29 pm

Quale mi consigli di togliere, mattina, pomeriggio o sera?
Grazie.
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » mer lug 08, 2015 12:20 am

E' abbastanza indifferente. Pero' forse e' leggermente meglio cominciare con la sera.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » lun ago 03, 2015 12:35 pm

Ciao Admin.
Aggiorno che ho terminato la sostituzione del citalopram con l'EScitalopram.
La dose giornaliera di 16 gocce di EScit la devo considerare di mantenimento?
Sto proseguendo la dismissione del clonezapam. Questa è la settimana delle 5 gocce giornaliere, da qui in poi diminuirò una goccia ogni 12 giorni fino a 0.
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » lun ago 03, 2015 8:06 pm

Ciao, Si, puoi togliere
1 goccia ogni 7 giorni (fino a 6 gocce)
1 goccia ogni 12 giorni (fino a zero)
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » ven set 25, 2015 9:28 am

Ciao, scrivo per aggiornamenti.
Il 9 agosto ho completato la sostituzione del Citalopram con il EScitalopram.
Da quel giorno ne sto prendendo 16 gocce al giorno, posologia che il bugiardino indica per depressione maggiore, non per disturbi da panico, il mio caso (disturbo da panico senza agorafobia, con ansia anticipatoria e depressione secondaria).
Per quanto riguarda il clonazepam, sto quasi terminando i 12 giorni a 1 goccia, quindi ho quasi dismesso secondo la vostra scaletta.
Come è andata? Direi bene, ma ho ancora molto da fare.
Devo iniziare una terapia cognitivo-comportamentale e iniziare un percorso di pratica meditativa, in modo da migliorare la consapevolezza di vivere.
Inoltre la scorsa settimana ho avuto una improvvisa tachicardia parossistica sovraventricolare con frequenza tra i 180 e 200 battiti, quasi per 30 minuti.
Siccome mi trovavo a guidare in auto in città, decisi di raggiungere un pronto soccorso, dove dopo un paio di tentativi con specifici massaggi hanno dovuto usare l'adenosina endovena (3 fiale) per riportare il battito cardiaco alla normalità. E' stato il terzo episodio in 13 anni, ma anche senza l'effetto sorpresa della prima volta, devo dire che non mi sono agitato in modo eccessivo, ho guidato nel traffico per 15 minuti prima di arrivare al PS. Nei giorni successivi ho naturalmente avuto ansia, ma non ho modificato il dosaggio dei farmaci, pensando fosse normale lasciare scemare la cosa naturalmente. Ovviamente ho predisposto tutte le visite specifiche del caso, ma si tratta di elettrofisiologia e la TPS è un tipo di aritmia non facilissima da studiare e curare.
Questo mi ha portato a pensare che non ci si deve adagiare sulla protezione dei farmaci, bensi approfittare di essi per riuscire a risolvere il problema a monte.
A presto.
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » lun set 28, 2015 10:38 pm

ok, capiamo il problema. Hai fatto bene ad aggiornarci.
Per quanto riguarda i farmaci psichiatrici, continua così': quando toglierai il Clonazepam dovrai tenere costante l'EsCitalopram per almeno 3 ulteriori mesi prima di incominciare con la riduzione.

Per la riduzione potrai ridurre di 1 mg ogni 20 giorni fino a 10 mg, fermandoti poi per almeno altri 3 mesi a 10 mg.

Da 10 mg in giù, dovrai seguire la scaletta lenta:
http://www.ansiafarmaci.it/escitalopram_slow.html
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » mer mar 09, 2016 5:33 pm

Ciao e ben trovati.
Sto proseguendonla dismissione dell'escitalopram seguendo scrupolosamente le vostre direttive.
Dal primo marzo sono sceso a 12 gocce, ma durante questa mattinata ho avuto dei sontomi strani, un po' intontito e con la spiacevole sensazione di ricordare/non ricordare, non cose che ho fatto, ma miei pensieri. La cosa mi spaventa perche' e' una situazione di impotenza che mi butta giu'. Volevo chiedere se fa parte dei sintomi di adattamento per l'abbassamento della dose, e come devo affrontarli dal punto di vista farmacologico. Grazie.
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » gio mar 10, 2016 11:37 pm

Stai prendendo altri farmaci ? Ti sei liberato del Clonazepam ?
Che sintomi hai di preciso ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » ven mar 11, 2016 6:58 pm

Non sto prendendo nessun altro farmaco, il rivotril e' solo un ricordo. I sintomi riguardavano uno stato confusionale in generale, ma fortunatamente sono rientrati in serata. Puo' darsi che sia stato il cambio stagionale? Grazie.
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda cyblade » mar giu 04, 2019 2:16 pm

Ciao, poco più di tre anni dal mio ultimo post.
Mi sto avviando alla completa dismissione dell'EScitalopram, sono poco più di sei mesi che ne prendo 0.8 mg al giorno.
Ho il piano di riduzione più lento, per via della mia lunga storia con il Citalopram negli anni precedenti.
In questi anni di protocollo tartaruga non ho da sengnalare problemi, solo una volta ho preso unatantum 8 gocce di rivotril per calmare uno stato d'ansia.
Vi scrivo invece perchè da qualche giorno sto avendo molto fastidio per gli acufeni. Non sono una novità per me, ma non mi hanno mai dato fastidio come lo stanno facendo ora.
Sono riusciti ad attirare la mia costante attenzione e suscitare quindi, inevitabilmente in soggetti come me, ansia e apprensione. Mi sforzo di ricordare come facevo prima a non considerarli più di tanto, oppure effettivamente sono più presenti e insistenti. Temo di aver alterato la mia percezione nei loro confronti.
Ieri notte però, mi sono svegliato alle 4 e ho quasi avuto un attacco di panico, ho preso 8 gocce di Rivotril e dopo 10 minuti gli acufeni sono spariti. E' stato solo un caso? Forse no perchè intorno alle 11 hanno cominciato di nuovo.
Vi chiedo quindi se tutto questo possa essere legato alla dismissione dell'EScitalopram che magari ha bisogno di un ulteriore rallentamento e se posso iniziare un piano di emergenza con il Rivotril.
Grazie
cyblade
 
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 03, 2015 9:11 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » mer giu 05, 2019 3:19 pm

quanto pesi ?
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Re: Ricaduta.

Messaggioda admin » gio giu 06, 2019 10:33 am

Ci siamo sentiti per telefono.
0.8 mg di Escitalopram corrispondono a 4 mg di Sertralina.
admin
Site Admin
 
Messaggi: 2974
Iscritto il: gio mar 12, 2009 10:16 am

Precedente

Torna a antidepressivi e ansiolitici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti